Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Malore in casa, è morto il costruttore Edoardo Longarini: portò l'Ancona in serie A

L'imprenditore si è spento a Roma: fu concessionario unico per la ricostruzione postbellica del capoluogo dorico. Avrebbe compiuto 89 anni tra pochi giorni

E’ morto la scorsa notte a seguito di un malore, nella sua abitazione dei Parioli a Roma, Edoardo Longarini, ex presidente dell’Ancona Calcio che nel 1992 portò in serie A e poi alla finale della Coppa Italia con la Sampdoria nel 1994. Avrebbe compiuto 89 anni tra pochi giorni.

Originario di Tolentino, il suo nome è legato indissolubilmente alla Adriatica Costruzioni e alla città dorica, dove è stato concessionario unico per conto del Ministero dei Lavori pubblici nel piano di ricostruzione postbellica, con una ventennale battaglia legale contro il Comune di Ancona che si ripercuote ancora oggi. Oltre al settore delle costruzioni, Longarini è stato attivo nel mondo dell’editoria e del calcio, come patron della Lodigiani e della Ternana.

La famiglia, nell'annunciare la triste notizia, ricorda che «con la scomparsa di Edoardo Longarini se ne va un padre esemplare ed uno dei grandi protagonisti della stagione della ricostruzione e del decollo dell’economia italiana nel dopoguerra. Una persona retta che fino all’ultimo ha amato la sua famiglia ed i suoi nipoti. Un uomo che merita quel rispetto che in vita, a volte, qualcuno ha provato a non riconoscergli. Lascia nei suoi congiunti una grande eredità affettiva e di valori umani, unita alla determinata consapevolezza dei suoi diritti lesi che saranno ripristinati».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore in casa, è morto il costruttore Edoardo Longarini: portò l'Ancona in serie A

AnconaToday è in caricamento