Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Piano / Mercato Piazza d'Armi

Overdose ai bagni pubblici, l'uomo non ce l'ha fatta: donati gli organi

Le sue condizioni erano subito parse disperate e dopo alcuni giorni di agonia il ragazzo è spirato

E' morto ieri pomeriggio il ragazzo di 45 anni, in coma da sabato scorso dopo essere andato in overdose ai bagni pubblici di piazza d'Armi. Il dramma quando da poco erano passate le 16 ed il giovane si trovava con alcuni conoscenti. Improvvisamente era stramazzato al suolo con gli altri presenti che hanno subito allertato i soccorritori. Sul posto gli operatori della Croce Rossa di Ancona e l'automedica del 118 che lo avevano rianimato e e trasportato in gravissime condizioni all'ospedale regionale di Torrette. Le sue condizioni erano subito parse disperate e dopo alcuni giorni di agonia il ragazzo è spirato.

Di fronte all'assenza di funzioni cerebrali, il collegio medico ha avviato la procedura per l'accertamento di morte cerebrale, ufficializzata dopo sei ore di osservazione. Il fratello della vittima ha dato l'assenso alla donazione degli organi, limitata ma possibile anche per persone tossicodipendenti. Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile di Ancona che ha prelevato un campione della droga ed ora dovrà risalire all'identità dello spacciatore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Overdose ai bagni pubblici, l'uomo non ce l'ha fatta: donati gli organi

AnconaToday è in caricamento