Cronaca

Sport in lutto: addio a Carlo Quaresima, capitano della Jesi Rugby 70

Il giovane giocatore di Rugby si è spento a soli 33 anni a causa di una leucemia fulminante. La squadra lo ricorda: "persona straordinaria e di esempio per tutto il Club"

Immagine: dalla pagina Facebook Club Rugby Jesi

Una terribile tragedia getta il lutto nel mondo dello sport: Carlo Quaresima, capitano della Jesi Rugby 70, si è spento a soli 33 anni all’Ospedale Regionale di Torrette, a seguito di una leucemia fulminante. Quaresima, “persona straordinaria e di esempio per tutto il Club” – come lo ricorda la stessa squadra in una nota – ha iniziato a giocare con il Rugby 70 fin dalle giovanili, arrivando ad essere una risorsa determinante per la promozione in serie B dello scorso anno. Il ruolo di capitano, ricoperto per quasi tutta la fase del ritorno del campionato, è arrivato a seguito dell'infortunio del capitano Albani. “Carlo è stato un grande giocatore, sempre il primo agli allenamenti e sentiremo molto la sua mancanza. Il suo esempio nello sport e il suo ricordo ci aiuti a concentrarci tutti sui veri valori della vita.
Tutta la squadra, la comunità intera, e i moltissimi amici che lo conoscevano e amavano, si stringono attorno alla famiglia in questo momento di grandissimo dolore.

La famiglia ha promosso una raccolta fondi in favore dell'Ail, l'associazione che lotta contro la leucemia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport in lutto: addio a Carlo Quaresima, capitano della Jesi Rugby 70

AnconaToday è in caricamento