Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

E' stato un mito del ciclocross, tre volte campione italiano: addio ad Americo Severini

E' volato in cielo un grande del ciclismo che costruì i suoi successi negli anni '50 e '60. Una comunità intera in lacrime per la morte del "Barbarino"

Americo Severini

E’ stato un mito del ciclismo e del ciclocross, tre volte campione d’Italia, conosciuto in tutto il mondo.

Si è spento ieri ad Arcevia all’età di 88 anni Americo Severini, originario di Barbara. Era malato da tempo. Negli anni ’50 e ’60 costruì i suoi maggiori successi: per tre volte è stato campione d’Italia di ciclocross, nel 1956, nel 1961 e nel 1963, con 7 argenti tricolori. In campo internazionale, vanta 4 podi: fu secondo ai Campionati del mondo del 1956 e tre volte terzo nel 1955, nel 1959 e nel 1965. La sua carriera si intrecciò con quella di Renato Longo, il più famoso e titolato campione mondiale e italiano, di cui è stato maestro.

Amico di Coppi e Bartali, le sue imprese sono state raccontate nel libro "Uno sportivo Americo Severini, campione di ciclocross - L’amore infinito per la bici", scritto da Giordano Cioli e Mirella Meloni. Finché le sue condizioni di salute gliel’hanno consentito, lo si vedeva sempre in sella alla sua amata bicicletta, su e giù per le colline senigalliesi. Ora il "Barbarino" lascerà un vuoto immenso nella sua comunità che lo ricorda con affetto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' stato un mito del ciclocross, tre volte campione italiano: addio ad Americo Severini

AnconaToday è in caricamento