Morti sul lavoro: 3 le vittime ad Ancona nel 2014, le Marche 11ma Regione d'Italia

Sono questi i risultati statistici secondo l'indagine effettuata dall'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering, nel periodo compreso tra gennaio e novembre 2014. Ad Ancona tre morti sul lavoro, 19 in tutta la Regione

Ancona è al 96° posto tra le provincie italiane nella classifica delle morti bianche. E' questo il dato emerso dall'indagine effettuata dall'Osservatorio Sicurezza sul lavoro Vega Engineering, nel periodo compreso da gennaio a novembre del 2014. 

Ad Ancona ci sono stati tre morti sul lavoro, mentre a livello regionale le Marche si sono piazzate all'undicesimo posto con 19 decessi registrati nell'ultimo anno. Maglia nera a livello nazionale la Lombardia, prima per numero di decessi (80), seguita dall'Emilia Romagna (68), dalla Puglia (65), da Piemonte e Sicilia (60) e dal Veneto (55). Ultima la Valle D'Aosta che non ha registrato nessuna vittima. Dati che sembrano un bollettino di guerra, nonostante il decremento della mortalità rispetto allo stesso periodo del 2013 del 3,9%.

Se guardiamo i dati per l'incidenza della mortalità rispetto alla popolazione lavorativa, al primo posto troviamo la Basilicata (88,9), seguita da Molise (80,4) e da Puglia (56,2) con una media nazionale che si attesta attorno a 30,4. Gli stranieri deceduti sul lavoro sono 88, pari al 12,9% del totale, mentre i giorni della settimana dove si sono verificati più incidenti mortali sono il martedì ed il giovedì.

Il settore maggiormente coinvolto nei decessi è ancora una volta quello delle costruzioni (99 le vittime, il 14,5% del totale), seguito da quello manifatturiero (12,6% e 86 decessi) e dei trasporti e magazzinaggi (9,8% con 67 morti). Per quanto riguarda la classifica provinciale, come abbiamo detto Ancona è al 96° posto con 3 vittime. Primo posto per Roma (30), seguita da Torino (24), Bari (23), Napoli (17), Cuneo (15) e Brescia (14).

Dal punto di vista anagrafico il 33% delle vittime aveva un'età compresa tra i 45 ed in 54 anni (226 i lavoratori deceduti), il 25,3% dai 55 ai 64 anni (173 i morti). 

"E' un bilancio drammatico - ha commentato Mauro Rossato, Presidente dell'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering - che non si vorrebbe e non si dovrebbe raccontare in un paese civile. Eppure anche quest'anno le vittime sul lavoro sono tante. Troppe. Da gennaio a novembre nella nostra Penisola si contano 919 vittime: di cui 684 decedute sul luogo del lavoro e 235 in itinere."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento