Cronaca Rione degli archi / Via Guglielmo Marconi

«Aiuto, i nostri vicini sono morti». Ma era carne putrefatta nel congelatore

L'odore insopportabile si era diffuso in tutto lo stabile. Gli inquilini hanno chiamato la polizia temendo il peggio: in realtà i vicini erano in villeggiatura

foto d'archivio

Hanno sentito una puzza insopportabile provenire dall’appartamento al quinto piano e hanno chiamato il 113, temendo fosse successo qualcosa di terribile ai vicini. Falso allarme, per fortuna. Quel cattivo odore, infatti, non era di corpi in putrefazione, ma di carne andata a male nel congelatore: in casa non c’era nessuno e da giorni era saltata la luce.

A fare la scoperta sono stati gli agenti delle Volanti, intervenuti nel primo pomeriggio in un palazzo di via Marconi dal quale avevano chiamato i vicini, preoccupati per una coppia di pensionati che non vedevano da giorni. Dal loro appartamento si era diffuso un odore nauseabondo in tutto lo stabile. Poiché al campanello non rispondeva nessuno, temevano che fossero morti. I poliziotti sono intervenuti insieme ai vigili del fuoco: aperta la porta, è stato possibile constatare l’assenza dei proprietari - che erano fuori in villeggiatura - e la presenza di una gran quantità di carne avariata all’interno del congelatore. Sospiro di sollievo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Aiuto, i nostri vicini sono morti». Ma era carne putrefatta nel congelatore

AnconaToday è in caricamento