Caso Principi, l’operatrice in ferie: «Al momento la scelta migliore»

Inchiesta interna parallela a quella della Procura per cercare di fare chiarezza. L’Asur fa il punto della situazione mentre i carabinieri registrano testimonianze

L’operatrice accusata dalla famiglia di Gilberto Principi di aver sottovalutato al telefono le condizioni di salute del fondatore della Blu Pubblica Assistenza, poi morto al pronto soccorso nei giorni scorsi, è in ferie. Ufficialmente chieste direttamente fino al 20 maggio ma la richiesta è arrivata a seguito di un vertice tra i dirigenti del soccorso di emergenza e l’Asur Marche per fare il punto della situazione. La stessa Asur ha avviato un’indagine interna per capire cosa sia successo. Nel frattempo va avanti quella della Procura, al momento, senza indagati. 

I carabinieri, dopo aver acquisito le registrazioni del centralino, nei giorni scorsi hanno verbalizzato le testimonianze di alcuni testimoni presenti alla centrale 118 al momento della telefonata di Principi. «Le ferie - spiega Ermanno Zamponi, responsabile del 118 -sono la scelta migliore perché chiunque svolga questo servizio delicato deve avere la giusta concentrazione e al momento, al di là di cosa emergerà dalle indagini, per l’operatrice e comunque un momento provante. Con un coinvolgimento emotivo del genere sarebbe difficile lavorare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento