Cadavere in mare, era una ragazza irlandese: precipitata da un mega yacht

La Capitaneria di Porto e la polizia indagano sulle cause della tragedia: la trentenne era membro dell'equipaggio di un 52 metri ormeggiato davanti ad un cantiere per manutenzione

Foto di repertorio

E’ di una ragazza irlandese di 30 anni il corpo rinvenuto un mare, questa mattina, nello specchio d’acqua davanti al cantiere ex Isa Yacht. Era membro dell’equipaggio di un megayacht da 52 metri, battente bandiera delle isole Cayman, che da una ventina di giorni era ormeggiato davanti al cantiere per manutenzione. Sul posto è intervenuto anche il nucleo sommozzatori del reparto operativo aeronavale della guardia di finanza che ha effettuato i rilievi sott'acqua. La Capitaneria di porto, insieme alla Squadra Mobile e alla Polizia scientifica, indaga invece sulle cause della tragedia: potrebbe essersi trattato di un fatale incidente, ma in questo momento gli inquirenti, coordinati dalla procura con il pm Irene Bilotta, stanno interrogando i colleghi della ragazza.

La polizia scientifica sul luogo del ritrovamento- IL VIDEO

Proprio loro avevano lanciato l’allarme stanotte attorno alle 4,30. Sul posto sono prontamente intervenuti anche i sommozzatori dei vigili del fuoco. Poi l’avvistamento: il corpo galleggiava non distante dall’imbarcazione ed è stato recuperato. Per la trentenne, ormai, non c’era più nulla da fare. Secondo una prima ricostruzione, la ragazza aveva trascorso la serata nel porticciolo turistico insieme agli altri membri dell'equipaggio ed era rientrata prima degli altri sullo yacht. Sulla scaletta i colleghi hanno ritrovato la sua borsa: verosimilmente potrebbe essere inciampata e precipitata in mare. Il cadavere è stato trasferito all’obitorio di Torrette: si attendono gli accertamenti da parte del medico legale per escludere segni di violenza sul corpo che, dai primi rilievi, non sono stati trovati. Al vaglio anche le immagini della videosorveglianza della zona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

Torna su
AnconaToday è in caricamento