Morso da una vipera, ex consigliere chiede rinvio del processo: arriva la visita fiscale

Dopo aver appurato che il consigliere fosse stato morso da una vipera, il giudice ha ritenuto che non ci fossero i presupposti per un "impedimento assoluto" e così ha riunificato la sua posizione al procedimento

L'ex consigliere regionale Mirco Ricci

L’avvio del processo sulle spese pazze della Regione Marche ha dovuto attendere 6 ore a causa di una vipera che ha morso l'ex capogruppo del Pd Mirco Ricci. Infatti questa mattina l’avvocato del politico ha chiesto il rinvio dell’udienza per legittimo impedimento. Ma il Gup Francesca Zagoreo ha disposto una visita fiscale per decidere se accogliere o rigettare. Il risultato? Dopo aver appurato che effettivamente Ricci fosse stato morso da una vipera ed essere in questo periodo nel pieno della convalescenza, il giudice ha però ritenuto che non ci fossero i presupposti per un “impedimento assoluto”. E così la posizione del democrat (anch’egli imputato per peculato) precedentemente stralciata, è stata riunita al resto del procedimento. 

Insomma, per il giudice, il problema di Ricci, seppur reale e non da poco, non gli avrebbe impedito di presenziare nell’aula di tribunale. Motivo per cui l’udienza è proseguita. Anche se solo a seguito di vari accertamenti e una camera di consiglio per emettere l’ordinanza con cui rigettare la richiesta. 6 ore. Il processo delle spese pazze in Regione Marche è entrato nel vivo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento