Super controlli contro le stragi sulle strade: denunciato un giovane ubriaco alla guida

Il 26enne aveva un tasso alcolemico due volte superiore rispetto al limite consentito. L'attività di prevenzione dei carabinieri è andata avanti per tutto il weekend

Foto d'archivio

E’ stato sorpreso a guidare ubriaco una Mercedes: nei guai un ragazzo di 26 anni che è stato denunciato ora incapperà in una multa consistente. A sanzionarlo ci hanno pensato i carabinieri di Senigallia, impegnati in un ampio servizio di prevenzione dei reati e controllo del territorio cominciato sabato pomeriggio e continuato ininterrottamente fino a questa mattina. Obiettivo: contrastare l’uso di droga e alcol alla guida e tutelare la sicurezza stradale in un periodo in cui, purtroppo, tanti giovani in Italia sono vittime delle stragi del sabato sera. 

Proprio sabato il 26enne è stato pizzicato a Montemarciano al volante della sua Mercedes con un tacco alcolemico doppio rispetto al limite consentito (1,01 gr/l): il ragazzo, residente in zona, è stato denunciato per guida in stato d’ebbrezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell’attività svolta nel weekend, i carabinieri hanno identificato 265 persone e ispezionato 213 veicoli. Sono 42 gli automobilisti sottoposti all’alcoltest e 8 le sanzioni elevate al Codice della strada. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare, mamma e papà ricoverati: bimbo di 5 anni resta completamente solo

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Contagi nelle Marche, trend in aumento: ad Ascoli si fanno più tamponi

  • Il Coronavirus blocca anche il paradiso: Italo, il "survivor" solitario che vive di pesca e cocco

  • Ambulanze in fila, il Pronto soccorso scoppia: a Torrette esauriti i posti letto per i Covid

  • Una passeggiata da 400 euro, primo pedone "fuori quartiere" multato dalla polizia

Torna su
AnconaToday è in caricamento