rotate-mobile
Cronaca

Soldi all’estero aggirando le norme sul limite massimo: Money Transfer nei guai

il Money Transfer in questione effettuava con una certa regolarità transazioni frazionate di denaro e collegate tra loro, al di sotto della soglia consentita di mille euro per ogni invio

MACERATA - Centosessantamila euro complessivi sono stati inviati per legge tra il 2021 e i primi mesi del 2023 da un Money Transfer del maceratese con una tecnica per eludere il tetto massimo stabilito dalla legge. Tutto, secondo quanto ricostruito dalla Guardia di finanza di Macerata, attraverso la tecnica dello «smurfing»: il Money Transfer in questione effettuava con una certa regolarità transazioni frazionate di denaro e collegate tra loro, al di sotto della soglia consentita di mille euro per ogni invio, in modo da eludere il tetto e non far scattare gli alert automatici ai fini antiriciclaggio. Secondo legge, infatti, i trasferimenti di denaro posti in essere tramite Money Transfer fra due soggetti, effettuati nell’arco di sette giorni, non devono essere complessivamente di importo pari o superiore a mille euro. 

Il titolare e i 59 clienti identificati, i quali hanno effettuato i trasferimenti di denaro irregolari principalmente verso i propri paesi di origine (Afghanistan, Albania, Bangladesh, Colombia, Costa d’Avorio, Emirati Arabi, Francia, Ghana, Guinea, India, Kosovo, Mali Marocco, Pakistan, Perù, Polonia, Romania, Senegal, Spagna, Togo, Tunisia e Ucraina), rischiano una sanzione amministrativa fino ad un massimo di oltre 5 milioni di euro. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi all’estero aggirando le norme sul limite massimo: Money Transfer nei guai

AnconaToday è in caricamento