rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca

A soli sedici anni vince i mondiali di MMA in Egitto: Riccardo Rapaccini conquista il titolo più ambito

Un talento indiscusso delle arti marziali miste. L’appignanese Riccardo Rapaccini espugna il ring a Il Cairo e conquista il titolo mondiale

ANCONA - In due minuti ha atterrato l’avversario e ha chiuso la pratica. Riccardo Rapaccini, 16 anni di Appignano, torna a casa da Il Cairo con il titolo di campione del mondo di Mma light. Il lasciapassare era arrivato a marzo, quando l’atleta aveva sconfitto tutti gli avversari conquistando il titolo italiano. E all’esordio nella competizione internazionale più importante ha fatto subito centro. «E’ stato il mio primo mondiale - afferma il fighter - un’emozione indescrivibile». 

L’incontro

Il match è durato due minuti e si è chiuso prima del limite. Riccardo è riuscito ad atterrare l’avversario, tra l’altro atleta di casa, e dopo averlo chiuso in una stretta possente l’ha neutralizzato. A quel punto non gli è rimasto che battere i tre colpi al tappeto in segno di resa e il marchigiano si è rialzato gettando le braccia al cielo in segno di vittoria. Di tornei e gare Riccardo, nonostante la giovane età, ne ha già affrontati diversi «ma questa è stata la prima volta in una competizione internazionale» racconta. Infatti dopo i campionati italiani si può accedere agli europei o ai mondiali. In questa tornata, subito dopo il titolo italiano, era in programma il mondiale, e quindi è stato selezionato per il torneo più importante. 

La passione

Riccardo, studente al terzo anno all’Itis Enrico Mattei di Tolentino, ha iniziato a praticare le arti marziali miste quando aveva solo 10 anni. «E’ stata mia madre a propormi di fare questo sport - dice l’atleta - ho detto: ok proviamo. Ed è stato amore a prima vista». Appena entrato alla palestra Meeting Action di Tolentino, sotto la sapiente guida del coach Marco Bentivoglio, il ragazzo ha subito capito che quello sarebbe stato il suo sport. E l’ha ampiamente dimostrato sul quadrato. Prima vincendo i campionati interregionali, poi gli italiani e adesso addirittura il mondiale. Prossimo traguardo? «Mancherebbe l’europeo - spiega Riccardo - ma per arrivarci bisogna ripartire dagli interregionali, quindi rifaremo tutto il giro». E se gli si chiede se abbia mai avuto paura prima di un incontro risponde serenamente: «paura mai, ma l’ansia spesso viene a farmi visita. A quel punto cerco di rassicurarmi ripetendo a me stesso di essere preparato. Oppure chiedo al coach consigli tecnici. Poi quando inizia l’incontro sale l’adrenalina e passa tutto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A soli sedici anni vince i mondiali di MMA in Egitto: Riccardo Rapaccini conquista il titolo più ambito

AnconaToday è in caricamento