Falconara: evade dai domiciliari e molesta una donna sul treno

Era già stato arrestato per estorsione e ricettazione ai danni dell'azienda lauretana per cui lavorava : colto sul fatto dalla Polizia Ferroviaria e arrestato per molestie sessuali e ingiurie in danno di una donna

Era già stato arrestato per estorsione e ricettazione ai danni dell’azienda lauretana per cui lavorava , ma dopo un periodo di detenzione gli erano stati concessi i domiciliari con l’obbligo di firma. Senonché i carabinieri di Osimo hanno scoperto che B. S. B., nato in Tunisia il 03.07.1985, residente ad Osimo, celibe, manovale e pluripregiudicato, evadeva regolarmente la detenzione domiciliare, continuando oltretutto a compiere reati fra i più odiosi.

L’uomo è stato infatti (ri)arrestato per molestie sessuali e ingiurie in danno di una donna romena, dopo essere stato sorpreso in flagrante l’11 novembre scorso dalla Polizia Ferroviaria di Falconara Marittima a bordo del treno Ancona/Piacenza, poco prima di arrivare in Stazione a Falconara.
Dopo un  breve iter processuale il nordafricano è stato ritenuto “elemento socialmente pericoloso con capacità a delinquere e insofferente alle Leggi” e la Corte di Appello di Ancona ha ripristinato la custodia in carcere presso la struttura di Montacuto.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • Coppia scatenata, sesso in pubblico: i passanti riprendono tutto col cellulare

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento