rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Dalle Marche solidarietà alla Beccaglia: «Condannare il gesto e chi lo minimizza»

Andrea Carloni, presidente dell’USSI Marche, si è espresso sulle molestie alla giornalista toscana Greta Beccaglia nel dopo partita di Empoli-Fiorentina

Quanto accaduto alla giornalista toscana Greta Beccaglia, con il palpeggiamento nel post-partita di Empoli-Fiorentina da parte di un uomo residente nella provincia di Ancona, ha aperto il dibattito in tutta Italia sul rispetto che è venuto a mancare ad una donna e ad una giornalista. Tra i pensieri e le riflessioni sono arrivati anche quelli del giornalista Andrea Carloni, presidente dell’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) marchigiana:

«Questo gesto è da condannare con fermezza. Anzi, va condannato il gesto e chi lo minimizza. Certe cose sono inqualificabili, è stata offesa una donna e una giornalista che stava facendo il suo lavoro nel dopogara e in diretta. Il nostro mondo si è schierato compatto al fianco di Greta, al quale mando il mio personale abbraccio, in particolare in Toscana dove sia l’Ordine dei Giornalisti sia l’Ussi sono scesi in campo in prima linea. Sono anche contento che abbia denunciato perché è ora di lanciare un messaggio chiaro che vada al di là dei gesti e delle convenzioni. Non dimentichiamoci che tutto questo è successo quando si celebrava la giornata contro la violenza delle donne. Il reato che si configura è gravissimo, non possiamo pensare di ridurlo ad un gesto banale. Cosa serve adesso? Una riflessione a trecento sessanta gradi che coinvolga tutti, istituzioni e non. Anche le famiglie giocano un ruolo molto importante a livello di educazione».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle Marche solidarietà alla Beccaglia: «Condannare il gesto e chi lo minimizza»

AnconaToday è in caricamento