Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Picchiata e minacciata dal marito violento: «Ti taglio la gola». Condannato un 51enne

Condannato un 51enne. La donna è finita in ospedale con un livido al braccio e un altro alla testa. Lui l’ha presa a pugni

ANCONA - Tirata per i capelli, strattonata per un braccio e poi presa a pugni in testa. Così una moglie sarebbe stata picchiata dal marito che ieri il tribunale ha condannato a sei mesi di reclusione. Imputato un tunisino di 51 anni accusato di lesioni personali e minacce aggravate. Vittima una peruviana di 43 anni. La coppia non aveva avuto un matrimonio felice. In casa avvenivano spesso litigate e senza un motivo. I due stavano insieme da 20 anni e non erano mai andati d'accordo. Solo quando è arrivata la minaccia di morte e lei è finita in ospedale con un livido al braccio e un altro alla testa la donna si è convinta che era arrivato il momento di dire basta a tutta quella situazione e denunciare il coniuge violento. «Ti ammazzo, ti faccio fuori, ti taglio il collo» le aveva promesso lui al termine dell'ennesima litigata scoppiata tra le mura domestiche e consumata anche davanti alle due figliolette ancora minorenni.

La peruviana era andata via da casa chiedendo al padre di liberargli un appartamento che aveva alle Grazie perché così non poteva continuare. Il giudice Carlo Cimini ieri ha condannato il tunisino alla pena sospesa ma vincolata ad affrontare un percorso di recupero per uomini violenti all’interno di una apposita associazione. Se non lo farà la pena non sarà sospesa. La coppia ha vissuto ad Ancona con le due figliolette e il giorno dell’aggressione risale alla sera del 24 ottobre del 2018. Il 51enne l'avrebbe afferrata per un braccio con forza e picchiata. Prima le ha tirato i capelli e poi l'ha colpita con un pugno in testa. La peruviana è finita in ospedale con 4 giorni di prognosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e minacciata dal marito violento: «Ti taglio la gola». Condannato un 51enne
AnconaToday è in caricamento