Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Mobilità sostenibile, bando per promuovere il mezzo pubblico tra i pendolari

La domanda di partecipazione prevede una richiesta di cofinanziamento al Ministero di 997mila Euro, per un impegno finanziario complessivo di 2,7 milioni di Euro

Con un progetto di mobilità sostenibile che mette al centro un sistema integrato trasporto pubblico -  car sharing, bike sharing e altri servizi nei principali nodi di interscambio del capoluogo, a disposizione di chi si sposta con il mezzo pubblico per esigenze di studio e lavoro, la giunta comunale ha stabilito nella riunione di ieri di partecipare al bando “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro” del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e delMare.
Il progetto presentato dal Comune di Ancona, in stretta collaborazione con Conerobus e con l’adesione della Regione Marche, dell'Università Politecnica e dell'Azienda ospedaliero-universitaria “Ospedali Riuniti” di Ancona, quali partner nello sviluppo delle azioni previste, intende incentivare l'utilizzo del mezzo pubblico di TPL su ferro e su gomma per i pendolari, predisponendo sulla tratta urbana relativa alla parte finale del percorso verso il luogo di studio o di lavoro, un'offerta molteplice ed integrata di soluzioni di mobilità sostenibile che possa rendere particolarmente appetibile la scelta del trasporto pubblico da parte dell'utenza interessata, anche utilizzando le infrastrutture per la mobilità già presenti e quelle in progetto da parte dell'Amministrazione Comunale.

In particolare, sono previste tra alcuni importanti centri di generazione della domanda - quali l’Ospedale di Torrette, i poli universitari, il Centro Città, il fronte portuale, gli uffici regionali -  ed I nodi di interscambio come I park scambiatori, la Stazione Centrale e piazza Ugo Bassi, delle soluzioni integrate di mobilità che contemplano il car sharing con mezzi elettrici, il bike sharing con bici a pedalata assistita, punti di ricarica elettrica, servizi di navetta bus con mezzi elettrici e buoni viaggio dedicati. La domanda di partecipazione prevede una richiesta di cofinanziamento al Ministero di 997mila Euro, per un impegno finanziario complessivo di 2,7 milioni di Euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile, bando per promuovere il mezzo pubblico tra i pendolari

AnconaToday è in caricamento