Cronaca

Senigallia: minacciato e picchiato per aver denunciato il suo truffatore

L'uomo aveva pagato - e mai ricevuto - un'auto. Quando ha sporto denuncia ai carabinieri prima è stato minacciato e poi picchiato da due uomini, probabilmente inviati dal truffatore

Prima lo ha minacciato per farlo desistere dal suo intento (avere cioè l’auto per la quale aveva regolarmente pagato) e quando ha capito che le minacce non erano riuscite a piegare il coraggioso truffato, lo ha fatto anche - ipotizzano gli investigatori - aggredire e picchiare.

 Vittima della vicenda è un cittadino cinese 39enne, regolarmente residente a Senigallia, C. W., che nel giugno del 2011 ha acquistato – e mai ricevuto – un’auto nella concessionaria di R. G., nato a Fano (PU), classe 1942, commerciante, già noto alle forze dell’ordine.
Non riuscendo ad ottenere il bene acquistato l’uomo ha sporto denuncia ai carabinieri di Senigallia, ma il truffatore non si è lasciato scoraggiare e ha minacciato il suo cliente, che nel settembre del 2012 ha sporto denuncia anche per questa vessazione.
Ma i guai per C. W. non erano finiti: nel successivo mese di ottobre, l’uomo è stato infatti aggredito da due uomini, non ancora identificati, che probabilmente su mandato di R. G. lo hanno “punito” per l’atteggiamento assunto, tanto da causargli lesioni guaribili in 5 giorni.

Al termine delle indagini R.G. è stato dunque denunciato per concorso in lesioni personali e per tentata violenza privata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia: minacciato e picchiato per aver denunciato il suo truffatore

AnconaToday è in caricamento