Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Corso Carlo Alberto

Infastidisce i clienti del supermercato e minaccia il vigilante: «Ti spacco la testa»

La polizia blocca un clochard ubriaco che cercava insistentemente di carpire monete all'uscita dal punto vendita: ha tentato di colpire anche gli agenti della Squadra Volante

Foto d'archivio

«Vattene o ti spacco la testa» è la minaccia che un clochard ubriaco ha rivolto ieri pomeriggio all’addetto alla sicurezza di un supermercato di corso Carlo Alberto. La guardia giurata era intervenuta perché il 46enne, palesemente brillo, infastidiva i clienti, seguendoli fino alle auto nel tentativo di farsi consegnare un’offerta. All’arrivo delle Volanti, il balordo ha sfidato anche i poliziotti che ha cercato di colpire: è stato portato in questura e denunciato.  

L’intervento è avvenuto al Piano attorno a mezzogiorno. L’uomo, romeno, cercava di avvicinare i clienti con la richiesta insistente della moneta depositata nel carrello. Di fronte al diniego, non demordeva e incominciava a seguirli per il piazzale chiedendo denaro. Visto il silenzio e l’imbarazzo dei clienti, il 46enne, in un crescendo di urla e schiamazzi, li offendeva con improperi e parolacce. L’addetto alla vigilanza del supermercato, vista la situazione, è intervenuto cercando di allontanare l’uomo, ma dall’irritazione è passato alle minacce: infatti, il 46enne si è parato davanti al vigilante e con i pugni serrati, digrignando i denti, gli ha urlato di allontanarsi altrimenti non avrebbe esitato a «spaccargli la testa». Considerata la sua stazza e lo stato di alterazione, l’addetto alla vigilanza ha preso le distanze e chiamato immediatamente il 113.

Sul posto è arrivato subito un equipaggio della Squadra Volante che ha intercettato l’uomo, cercando di allacciare con lui un dialogo. E invece, non solo non si è calmato, ma ha continuato a gridare altre minacce all’addetto alla sicurezza, “colpevole” di aver richiesto l’intervento della polizia, e barcollando ha tentato una corsa minacciosa contro gli agenti, biascicando parolacce e minacce di ogni sorta. Mettendo in campo le tecniche operative specifiche, i poliziotti sono riusciti a contenere l’uomo e a riportarlo alla calma, salvaguardando la sua incolumità e quella dei presenti. Accompagnato in questura, sono emersi a suo carico reati contro il patrimonio e la persona: denunciato, ora dovrà rispondere anche di minaccia grave e minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infastidisce i clienti del supermercato e minaccia il vigilante: «Ti spacco la testa»

AnconaToday è in caricamento