Infastidisce i clienti del supermercato e minaccia il vigilante: «Ti spacco la testa»

La polizia blocca un clochard ubriaco che cercava insistentemente di carpire monete all'uscita dal punto vendita: ha tentato di colpire anche gli agenti della Squadra Volante

Foto d'archivio

«Vattene o ti spacco la testa» è la minaccia che un clochard ubriaco ha rivolto ieri pomeriggio all’addetto alla sicurezza di un supermercato di corso Carlo Alberto. La guardia giurata era intervenuta perché il 46enne, palesemente brillo, infastidiva i clienti, seguendoli fino alle auto nel tentativo di farsi consegnare un’offerta. All’arrivo delle Volanti, il balordo ha sfidato anche i poliziotti che ha cercato di colpire: è stato portato in questura e denunciato.  

L’intervento è avvenuto al Piano attorno a mezzogiorno. L’uomo, romeno, cercava di avvicinare i clienti con la richiesta insistente della moneta depositata nel carrello. Di fronte al diniego, non demordeva e incominciava a seguirli per il piazzale chiedendo denaro. Visto il silenzio e l’imbarazzo dei clienti, il 46enne, in un crescendo di urla e schiamazzi, li offendeva con improperi e parolacce. L’addetto alla vigilanza del supermercato, vista la situazione, è intervenuto cercando di allontanare l’uomo, ma dall’irritazione è passato alle minacce: infatti, il 46enne si è parato davanti al vigilante e con i pugni serrati, digrignando i denti, gli ha urlato di allontanarsi altrimenti non avrebbe esitato a «spaccargli la testa». Considerata la sua stazza e lo stato di alterazione, l’addetto alla vigilanza ha preso le distanze e chiamato immediatamente il 113.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto è arrivato subito un equipaggio della Squadra Volante che ha intercettato l’uomo, cercando di allacciare con lui un dialogo. E invece, non solo non si è calmato, ma ha continuato a gridare altre minacce all’addetto alla sicurezza, “colpevole” di aver richiesto l’intervento della polizia, e barcollando ha tentato una corsa minacciosa contro gli agenti, biascicando parolacce e minacce di ogni sorta. Mettendo in campo le tecniche operative specifiche, i poliziotti sono riusciti a contenere l’uomo e a riportarlo alla calma, salvaguardando la sua incolumità e quella dei presenti. Accompagnato in questura, sono emersi a suo carico reati contro il patrimonio e la persona: denunciato, ora dovrà rispondere anche di minaccia grave e minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento