menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'auto della polizia

Un'auto della polizia

Perseguitava i vicini di casa, «do fuoco a tutto il condominio»: denunciato per stalking

Sempre più violento nei modi, aveva distrutto il portoncino condominiale, mentre lo scorso febbraio aveva tranciato tutte le prese elettriche condominiali

«Tanto vi ammazzo a tutti, prima o poi la pagate, incendio tutto il condominio». Così era solito dire i suoi vicini di casa quando tornava a casa a Camerano, spesso sotto i fumi dell’alcool o delle sostanze. Sempre più violento nei modi, aveva distrutto il portoncino condominiale, mentre lo scorso febbraio aveva tranciato tutte le prese elettriche condominiali, sempre urlando minacce di morte nei confronti di tutto il condominio. In una circostanza ha danneggiato la cassetta della posta di una famiglia, padre madre e bambini che, col passare del tempo, avevano maturato il terrore di incontrarlo, anche solo incrociandolo lungo le scale. Ed è proprio da quella famiglia che, dopo mesi di vessazioni, è arrivata la denuncia agli agenti di Polizia della Squadra Mobile di Ancona che hanno indagato fino a denunciare lui, un 36enne di Ancona, alla Procura dorica per stalking.

Capo d’accusa pendente insieme ad altri non pochi precedenti di polizia: detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, rapina ed estorsione, porto armi e oggetti atti ad offendere, maltrattamenti in famiglia, minaccia e atti persecutori, oltraggio a Pubblico Ufficiale,. Gli era anche stata sospesa e revocata la patente di guida e da marzo era stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di residenza per reati persecutori nei confronti di altri condomini dello stesso palazzo, esasperati dagli atteggiamenti sempre più violenti del 36enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento