rotate-mobile
Cronaca Jesi

Insulti razzisti e botte ai titolari di una sartoria cinese: denunciati tre ragazzi

Entravano anche tre volte a settimana all'interno dell'attività per insultarli. Grazie ad un ispettore dalla memoria di ferro si è risolto il caso in fretta

JESI - Insulti razzisti, minacce e percosse. Tre giovani appena maggiorenni sono stati denunciati perché, per diverso tempo, avevano terrorizzato i titolari di una sartoria cinese da tempo presente nella cittadina. Alla fine del mese scorso era scattata la denuncia dopo l’ennesima visita sgradita del trio all’interno dell’attività. Erano arrivati ad entrare anche tre volte a settimana insultando e gesticolando in maniera offensiva verso i lavoratori asiatici. Una volta il figlio dei titolari avrebbe cercato di dissuaderli ma questi, di contro, lo hanno picchiato per poi scappare via. Gli agenti del commissariato di Jesi dopo la denuncia si sono immediatamente messi al lavoro con le indagini e sono riusciti ad individuare i responsabili e a denunciarli. 

Un prezioso contributo è stato fornito dalle memorie dei circuiti di videosorveglianza presenti nei pressi della sartoria. Le immagini sono riuscite a delineare le fisionomie dei tre ragazzi. Inoltre, la memoria di un ispettore in servizio al Commissariato ha permesso la svolta alle indagini e la soluzione del caso. L’investigatore, infatti, mentre era libero dal servizio e faceva due passi vicino ai giardini pubblici, ha notato che uno dei due giovani che passeggiavano proprio a pochi metri da lui indossava capi di abbigliamento identici e quelli già visti indosso a uno degli aggressori della sartoria cinese e captati dalle telecamere, i cui fotogrammi erano stati acquisiti e studiati proprio da lui. Avvicinatosi ai due si è reso conto che anche le caratteristiche somatiche corrispondevano perfettamente a quelle dei soggetti ripresi e, quindi, li ha raggiunti, si è qualificato e li ha così identificati. I due giovani, entrambi italiani, avendo compreso di non avere scampo hanno ammesso di essere gli autori delle condotte. In breve è stato individuato anche il terzo, di origine romena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti e botte ai titolari di una sartoria cinese: denunciati tre ragazzi

AnconaToday è in caricamento