Cronaca

Un anno di offese e minacce, marito-stalker nei guai: non potrà più avvicinarsi

La Squadra Mobile di Ancona ha imposto ad un quarantenne residente nel capoluogo il divieto d’avvicinamento all’ex compagna, vessata da messaggi inquietanti e minacciosi

ANCONA- Non potrà più avvicinarsi all’ex compagna ed a tutti i luoghi da lei abitualmente frequentati a causa delle continue offese e minacce che si sono ripetute negli ultimi mesi. E’ quanto la Squadra Mobile di Ancona ha imposto ad un quarantenne residente nel capoluogo che, in aggiunta a quanto già riportato, non potrà in alcun modo mettersi in contatto né con la vittima né con i suoi familiari. Il provvedimento arriva al termine di un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica che si è trovata a dover gestire una serie molto lunga di querele presentate dalla donna.

Dalla separazione dei due (la relazione aveva portato anche alla nascita di un figlio), arrivata nell’estate del 2020 e mai accettata dal marito, era iniziato un susseguirsi di messaggi, scritti e vocali, dal contenuto inquietante e minaccioso. Talvolta in modo indiretto e sibillino, allusivo in alcuni casi di mali futuri. Il fatto che questi comportamenti si siano protratti per quasi un anno ha portato la Procura a richiedere tassativamente l’allontanamento obbligatorio dell’uomo, per evitare alla donna danni maggiori dal punto di vista psicologico.

Il crescente stato di ansia e paura è risultato determinante nella donna per sporgere di sua spontanea volontà denuncia, mettendo fine ad una situazione che la stava angosciando da ormai troppo tempo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno di offese e minacce, marito-stalker nei guai: non potrà più avvicinarsi

AnconaToday è in caricamento