"Respinti" al porto, si buttano in mare dal traghetto: gravi due migranti

A tre miglia al largo, si sono buttati in mare, nel disperato tentativo di ritornare a nuoto sulla costa. A vederli è stato un peschereccio che ha avvisato la guardia costiera. Intervenuta anche la Polizia Marittima

Polizia e mezzi di soccorso sulla banchina di Vedetta

Avevano tentato di entrare clandestinamente in Italia passando per il porto di Ancona. Scoperti allo sbarco. Per questo erano stati imbarcati nuovamente su un traghetto. Proveniendo dalla Grecia, e quindi da un'area che fa parte del trattato di Schengen, i due migranti, pronti per affrontare un nuovo viaggio, erano stati imbarcati nuovamente verso il paese di provenienza. Ma a tre miglia dalla costa si sono buttati in mare. Subito avvistati, è scattato l'allarme alla Guardia Costiera dorica, intervenuta a largo. E' successo intorno alle 14:00 di oggi (martedì). Protagonisti della vicenda, due giovani tra i 20 e i 30 anni di presunta origine nordafricana, che sarebbero stati trasportati in ospedale in condizioni gravi. Violento l'impatto con l'acqua dopo un volo di 15 metri. I due stranieri avrebbero riportato trauma cranico e toracico. 

Entrambi erano saliti sul traghetto della Ellenic Spirit per la Grecia. A tre miglia al largo però, si sono buttati in mare, nel disperato tentativo di ritornare a nuoto sulla costa. A vederli è stato un peschereccio che ha avvisato la guardia costiera, intervenuta immediatamente per recuperarli e metterli in salvo. I due giovani migranti sono stati accompagnati sulla banchina Vedetta. Sul posto sono arrivati i sanitari della Croce Gialla, Croce Rossa ed automedica. Entrambi sono stati accompagnati in sala emergenza al Pronto Soccorso dell'ospedale. Intervenuta anche la Polizia Marittima che sta coordinando le operazioni ed espleterà, tramite l'ufficio stranieri, le formalità per avviare le pratiche di espulsione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento