rotate-mobile
Cronaca

Soluzione fisiologica al posto del vaccino Pfizer, il medico: «Non è vero nulla»

Così il dottore Sergio Costantini agli investigatori: «L'ho fatto per accontentare i mutuati che mi pressavano per essere immunizzati»

ANCONA - «Io ho somministrato solo vaccini reali, non è vero nulla». Si difende così Sergio Costantini, il medico falconarese di 68 anni che avrebbe somministrato ai suoi pazienti della soluzione fisiologica invece del vaccino Pfizer.

Sul caso sta indagando la Squadra Mobile di Ancona, coordinata dalla procura, per le accuse di lesioni commesse da pubblico ufficiale e per falso ideologico. Lo studio medico di via Marconi, a Falconara, è stato perquisito per acquisire tutta la documentazione utile. Ad insospettire i pazienti era stata la riluttanza del medico a rilasciare le attestazioni di vaccinazione. Costantini, che ha circa 1.500 pazienti, sostiene invece di aver vaccinato in modo regolare già un centinaio di persone: «Ho iniziato il 6 aprile con Pfizer - ha detto all'Ansa - le vaccinazioni con soluzione fisiologica non mi riguardano. Sono andato a casa dei pazienti che non potevano muoversi e nel centro vaccinale Leopardi. L'inchiesta mi ha lasciato basito ed ora sto cercando solamente di riacquistare tranquillità».

Il medico è difeso dall'avvocato Antonella Palmieri: «Adesso è ancora tutto prematuro, non mi sento di dire niente, dobbiamo vedere bene i fatti»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soluzione fisiologica al posto del vaccino Pfizer, il medico: «Non è vero nulla»

AnconaToday è in caricamento