Cronaca Brecce Bianche

Ruba il gas per scaldare la famiglia: scatta la solidarietà dei cittadini

Un imprenditore (che ha voluto rimanere anonimo) si è fatto avanti per saldare il conto delle bollette dell'artigiano che aveva costruito un allaccio abusivo. E non sarebbe l'unico benefattore

Aveva fatto molto parlare di sé, nella giornata di ieri, la notizia dell’arresto e del successivo processo di un meccanico 40enne che aveva effettuato un allaccio abusivo alla fornitura del gas. Individuato dai carabinieri di Brecce Bianche e comparso davanti al giudice, l’uomo aveva rivelato il dramma delle sue motivazioni: sposato e padre di una figlia di 10 anni, con la moglie oltretutto rimasta senza lavoro, si era trovato di fronte al bivio se scegliere di pagare la bolletta o provvedere alle necessità della famiglia e portare il pane in tavola. Si era quindi tramutato da onesto artigiano a “ladro”: dopo che il fornitore gli aveva staccato il gas e rimosso il contatore il 40enne aveva deciso di “provvedere” (abusivamente) per non lasciare al freddo moglie e figlia nei mesi invernali, accumulando un consumo di circa duemila euro.

Difeso dall’avvocato Federica Battistoni, l’uomo ha ricevuto una condanna a 5 mesi (con pena sospesa) e una multa di 120 euro, ma la sua storia in poco tempo ha fatto il giro dei media e non c’è voluto molto, come riportato dal Messaggero, perché un imprenditore – che ha voluto rimanere anonimo – si facesse avanti con il legale per pagare le bollette del meccanico, e non sarebbe stato nemmeno l’unico: diversi concittadini, riporta sempre il quotidiano, si sarebbero fatti avanti per aiutare l’uomo e la sua famiglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba il gas per scaldare la famiglia: scatta la solidarietà dei cittadini

AnconaToday è in caricamento