Mazzoni, tre anni e sei mesi per lo stalking: dovrà risarcire la vittima e i genitori

Condannato il senigalliese di 42 anni accusato di aver perseguitato una 23enne con messaggi, minacce e lettere minatorie. Il pm aveva chiesto 6 anni

Jurgen Mazzoni, il 42enne senigalliese già in carcere per l'omicidio nel 2001 dell'ex moglie Maria Federica Gambardella, è stato condannato per stalking ai danni di una 23enne con la quale avrebbe voluto allacciare un nuovo rapporto sentimentale. Amore non corrisposto e malato che lo ha portato, come riconosciuto dai giudici di primo grado, ad avviare una vera e propria persecuzione nei confronti della giovane tempestata di messaggi, telefonate con minacce neanche tanto velate («Ti do fuoco») e lettere minatorie con tanto di proiettili. Nel timore, degli investigatori, che stesse per passare all'azione progettando un altro femminicidio. Mazzoni è stato condannato ieri, lunedì 28 maggio, a una pena di tre anni e sei mesi di reclusione. Uno sconto rispetto alla richiesta di condanna a sei anni avanzata dalla Procura. Il senigalliese dovrà anche risarcire la vittima e la sua famiglia: 30mila euro alla ragazza, 20mila ai suoi genitori.

I fatti contestati vanno dall'estate del 2016 al novembre del 2017. La polizia lo aveva già arrestato dopo una prima denuncia per stalking da parte di lei. Lui però aveva continuato. Dalle indagini della polizia sono emersi anche numerosi danneggiamenti come la fortura di quattro ruote del Ducato del padre e l'incendio doloso di due autovetture di famiglia. Più sms minatori partiti da cabine telefoniche tra Senigallia e Fano per farli partire anonimi e l'utilizzo di profili Facebook per tempestare la ragazza di messaggi. Nel timore che dalle parole Mazzoni volesse passare ai fatti, in fotocopia con quanto avvenuto in passato, la Squadra Mobile di Ancona è passata all'azione. Lo scorso novembre i poliziotti hanno raggiunto l'abitazione di Mazzoni, attendendo il suo ritorno da un motoraduno in Germania. Il tempo di scendere dalla sella è scattato l'arresto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento