Un biochimico tra le menti più brillanti del pianeta: «Orgoglioso, ma la ricerca è indietro»

l docente della Politecnica, unico caso nelle Marche, inserito per la terza volta nella lista Highly Cited Researcher, che identifica i migliori cervelli internazionali

Maurizio Battino

Per il terzo anno consecutivo è stato accreditato come una delle menti scientifiche più brillanti del pianeta e a deciderlo è stata la prestigiosa agenzia di revisione scientifica Clarivate Analytics che, attraverso la lista “Highly Cited Researcher”, identifica i migliori cervelli internazionali, autori delle ricerche nel top 1% del ranking mondiale. Si tratta di Maurizio Battino, docente di biochimica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Politecnica delle Marche che, dopo aver espresso orgoglio per una più che confermata riconoscenza da parte del mondo scientifico globale, ha espresso amarezza per un risultato più unico che raro nelle Marche e in Italia.

«In Italia abbiamo un numero troppo esiguo di nomi in lista - spiega Battino - circa cinquanta, dei quali solo la metà è stata nominata per tre anni di fila. L’Olanda ad esempio vanta lo stesso numero ma  conta un decimo degli abitanti del nostro Paese”. I motivi della scarsa performance italiana secondo Battino sono tutti da attribuire al fatto che qui non si investono abbastanza risorse nella ricerca e nella valorizzazione dei talenti. «Da parte mia ho creato un polo di ricercatori di eccellenza sul quale ho ottime aspettative, i miei preziosi collaboratori sono i veri artefici di questo successo e qualcuno di loro potrebbe presto seguire le mie orme». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nome del docente veronese, ma ormai marchigiano di adozione, è stato inserito nella lista, formata da più di 3mila scienziati e ricercatori appartenenti a 21 aree della conoscenza, per il contributo nel campo della nutrizione e delle proprietà delle sostanze bioattive di origine vegetale con ricadute, in particolare, nello studio dell’invecchiamento, delle malattie parodontali, della fibromalgia, delle malattie cardiovascolari, dell’obesità e del cancro. Il professor Battino è anche direttore internazionale dell’Area Salute e Nutrizione del network Funiber e coordinatore di master in ambito nutrizionale  all’avanguardia per la metodologia didattica e tecnologica, conosciuti a livello internazionale per l’assoluta eccellenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, malore mentre si trova in acqua: muore un 69enne

  • Addio Tiziana, sconfitta da un male spietato: una vita dedicata al suo ristorante

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento