Cronaca

Senigallia: si masturba sul lungomare e aggredisce agenti in borghese

Poliziotti in borghese lo cacciano dalla spiaggia dopo che due ragazzine hanno detto di averlo visto masturbarsi su un lettino, lui torna e minaccia con due coltellini multiuso gli agenti

Immagine archivio

Poliziotti in borghese lo cacciano dalla spiaggia dopo che due ragazzine hanno detto di averlo visto masturbarsi su un lettino, lui torna e minaccia con due coltellini multiuso gli agenti. Il fatto è accaduto domenica sera a Senigallia, sul lungomare Marconi, poco prima delle undici, quando due adolescenti si sono avvicinate ad un tavolo dello stabilimento e hanno detto ai commensali di aver visto un uomo che si toccava. Tra le persone sedute c’erano due agenti liberi dal servizio, che si sono avvicinati: l’uomo, un 42enne pugliese, era sdraiato su un lettino, completamente vestito, e pur non avendolo visto compiere atti osceni i poliziotti gli hanno chiesto di andarsene.  

Il 42enne, infastidito dall’intervento, ha minacciato che sarebbe tornato, cosa che ha fatto poco dopo, brandendo due coltellini svizzeri. Gli agenti in borghese e i colleghi delle Volanti di Senigallia, intervenuti sul posto, lo hanno fermato e arrestato, e nel corso della colluttazione un agente è rimasto lievemente ferito ad un polso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia: si masturba sul lungomare e aggredisce agenti in borghese

AnconaToday è in caricamento