Massimo Stronati confermato presidente di Confcooperative Marche

Il presidente nazionale Gardini «Abbiamo il dovere della speranza per la costruzione di un Paese che possa offrire un avvenire ai giovani»

Massimo Stronati

Jesi, 11 luglio 2020 - "Cooperare all'infinito perché cooperare è la parola più bella del vocabolario, apre delle possibilità ma non delle certezze. Non cerca la fine ma va verso l'infinito". Il presidente di Confcooperative Marche, Massimo Stronati, si è ispirato al recente bicentenario della poesia di Giacomo Leopardi per il bilancio del suo mandato ma anche per una sintesi strategica dei suoi prossimi anni di lavoro. Stronati, presidente della cooperativa Csg Facility di Jesi, è stato infatti confermato alla guida dell'associazione dall'assemblea regionale delle 371 cooperative che aderiscono a Confcooperative Marche. Un sistema in cui sono occupate 10.500 persone che, con il loro lavoro, contribuiscono al valore dell'economia marchigiana con un fatturato complessivo che ammonta a 1,2 miliardi di euro.

"Non bisogna aver paura di avere coraggio - ha detto Stronati ai cooperatori collegati in videoconferenza - anche in questo difficile periodo in cui abbiamo dovuto tirare fuori tutte le nostre risorse e la voglia di non arrenderci per affrontare l'emergenza sanitaria e adesso, insieme, le inevitabili conseguenze economiche e sociali di questa crisi. Abbiamo superato i momenti difficili senza Dpi ma con una rete solidale cooperativa. Adesso c'è, in tutti noi, anche bisogno di normalità, di riprendere la vita quotidiana, di rialzarci". Un bisogno che trova ispirazione anche nell'incoraggiamento del presidente nazionale di Confcooperative, Maurizio Gardini. "Abbiamo il dovere della speranza - ha detto Gardini -, di lavorare per la costruzione di un Paese che possa offrire un avvenire ai nostri giovani. Contiamo anche sull'Unione europea che sembra non essere più solo rigore dei conti ma anche risorse per la crescita, per i popoli e la solidarietà". Come cooperazione, ha aggiunto Gardini, "crediamo che l'integrazione fra pubblico e privato sia una chiave di sviluppo per creare la sostenibilità economica e sociale a cui lavoriamo da tempo per il futuro di un vero Paese". All'assemblea di Confcooperative Marche, sono intervenuti il sottosegretario allo Sviluppo economico, Alessia Morani, il presidente dell’Assemblea legislativa delle Marche, Antonio Mastrovincenzo, e il presidente della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini. Insieme per lavorare al futuro della cooperazione delle Marche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento