Cronaca

L'addio a Massimiliano Lucaboni, la figlia Benedetta: «La vita è imprevedibile, coltivate l'amore»

Sono queste le parole di Benedetta Lucaboni, la figlia 23enne di Massimiliano, l'ex candidato sindaco di Jesi scomparso lo scorso 2 giugno dopo aver combattuto per mesi contro il Covid

«Lui era un supereroe e pensavo fosse immortale: quando mi diceva che tutto sarebbe andato bene io ci credevo. Mio padre mi ha insegnato che, proprio perché la vita è imprevedibile, non c’è tempo per odiare o portare rancore. Coltivate l'amore». A parlare è Benedetta Lucaboni, figlia di Massimiliano, l'ex candidato sindaco di Jesi morto a 54 anni dopo aver combattuto per mesi contro il Covid. Il suo cuore ormai stanco ha smesso di battere lo scorso 2 giugno all'ospedale di Fabriano. I funerali sono stati celebrati nella giornata di oggi (venerdì) presso la chiesa di San Giuseppe, dove erano presenti amici, parenti e colleghi. 

«Quando ho saputo che mio padre era morto ho avuto un dolore così grande da non sentire più la terra sotto i piedi. Ma o lasci che il dolore ti mangi o fai in modo di conviverci. E' stato un maestro di vita per tutti noi». A celebrare il rito funebre il parroco don Giuliano Fiorentini: «Massimiliano era un padre ed un uomo sempre attivo nella vita politica. Le persone giuste sono nelle mani di Dio, salutiamo il nostro amato Massimiliano e chiediamo al Signore che possa trovare un luogo sicuro tra le sue braccia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio a Massimiliano Lucaboni, la figlia Benedetta: «La vita è imprevedibile, coltivate l'amore»

AnconaToday è in caricamento