rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Condominio devastato, l’uomo godeva della messa alla prova. Il giudice l’ha spedito in carcere

Il 46enne ha scatenato il panico mercoledì sera, a Vallemiano. Armato di coltello e martello ha danneggiato la palazzina dove abita

ANCONA - Era sottoposto a Map, la messa alla prova, una forma concessa a chi commette alcuni tipi di reati di riparare con servizi di volontariato per evitare così di finire a processo, ma il giudice lo ha spedito in carcere. È stato convalidato l’arresto del marocchino di 46 anni che mercoledì sera ha devastato la palazzina dove abita, a Vallemiano. Ieri mattina la gip Sonia Piermartini ha disposto che venisse rinchiuso a Montacuto. L' uomo si è reso responsabile dei reati di violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale nonché lesioni aggravate. L'uomo era stato bloccato dalla polizia dopo che, armato di coltello e martello, aveva seminato il panico nel proprio condominio e si era barricato in casa minacciando di far esplodere una bombola del gas. Considerata la pericolosità del soggetto e la possibile reiterazione delle condotte criminose, il giudice ha applicato nei suoi confronti la misura della custodia cautelare in carcere. Pertanto gli agenti delle volanti hanno tradotto il cittadino marocchino presso la Casa Circondariale di Montacuto dove resterà in attesa del processo. Al gip, in sede di convalida, ha spiegato di aver reagito così perché non tollerava più un vicino di casa il quale avrebbe più volte minacciato lui e la sua famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condominio devastato, l’uomo godeva della messa alla prova. Il giudice l’ha spedito in carcere

AnconaToday è in caricamento