Operaio muore al porto di Ancona ucciso da un cavo

Poco dopo le 9 del mattino di mercoledì un marittimo croato, P. K., 40 anni è stato colpito da un cavo a bordo della motonave Lucky Sea durante le operazioni di attracco dell'imbarcazione, restando ucciso

Il porto di Ancona

Un incidente mortale sul lavoro ieri mattina al porto di Ancona: poco dopo le 9 del mattino un marittimo croato (non italiano come era stato diffuso in un primo momento), P. K., 40 anni è stato colpito da un cavo che si è spezzato a bordo della motonave Lucky Sea durante le operazioni di attracco dell'imbarcazione, restando ucciso.

La Lucy Sea era impegnata nei lavori della diga foranea ma le operazioni di scarico erano state sospese per via delle condizione meteorologiche avverse. L'imbarcazione si è diretta verso la banchina 22 dello scalo dorico, dove ha avuto luogo l'incidente.
Sul posto la Capitaneria di porto e i sanitari del 118, che purtroppo non hanno potuto far nulla per salvare il marinaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento