Cronaca

Senigallia, il marito va a prostitute: lei riceve la multa e chiede il divorzio

La notizia è stata riportata dal sito Leggo.it. Quando la sanzione è stata recapitata a casa, l'uomo non c'era. Ma la moglie sì e quando ha capito di che cosa si trattasse, si è subito rivolta ad un avvocato divorzista

La Polizia Municipale lo multa per essersi fermato a contrattare una prestazione sessuale con una prostituta e quando la moglie riceve la notifica a casa chiede immediatamente il divorzio. E’ quanto riportato dal sito Leggo.it. I fatti sono accaduti nel comune di Senigallia, dove il Comune ha dichiarato guerra alla prostituzione in strada e ha adottato la politica della multa per chi si ferma in mezzo alla strada a parlare con le squillo. Una “chiaccherata” che è costata molto più cara ad un 50enne che, oltre alla multa di 400 euro, dovrà affrontare un divorzio.

Quando la sanzione è stata recapitata a casa, l’uomo non c’era. Ma la moglie sì. La donna, quando ha capito di che cosa si trattasse, non ci ha pensato due volte e si è subito rivolta ad un avvocato divorzista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia, il marito va a prostitute: lei riceve la multa e chiede il divorzio

AnconaToday è in caricamento