rotate-mobile
Cronaca Falconara Marittima

Il recupero della vongolara affondata Emilia, il check del fondale e l'autopsia sul corpo di Lauro Mancini

Effettuata l'autopsia sull'armatore Mancini. Intanto scandagliato il fondale in cerca di qualche elemento utile

ANCONA - A tre giorni dalla tragedia in mare che ha visto la morte di Lauro Mancini, il perscatore anconetano di 56 anni, la vongolara Emilia questa mattina dovrebbe essere portata al porto di Ancona. Fino a ieri sera era imbracata in acqua, quasi del tutto affondata e a segnalarla c'era una boa. Di lei infatti spunta solo un piccola parte. 

WhatsApp Image 2022-06-29 at 18.52.42-2

Gli esperti della Carmar sub con l’ausilio dei subacquei e dei moto pontoni Duilio e Artiglio per tutto il giorno hanno fatto analisi e studiato la situazione. L’obiettivo è quello di scandagliare il fondale per capire quali possano essere state le precise cause del ribaltamento. Essendo quella una zona interdetta alla pesca (l'ordinanza 118 del 1997 «vieta quest’attività proprio nelle vicinanze dell’infrastruttura della Raffineria API denominata “Isola"») sott'acqua potrebbero esserci dei tubi della raffineria che potrebbero essersi incagliati al "rastrello". 

Intanto l’imbarcazione oggi verrò girata su un lato per far uscire l’acqua entrata e successivamente, con l’utilizzo di pompe, verrà svuotata completamente in modo tale da poterla mettere in una posizione consona affinché il rimorchiatore possa trainarla in porto. Ieri intanto è stata svolta dai medici legali l'autopsia sul corpo di Mancini. Da stabilire la data dei funerali. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il recupero della vongolara affondata Emilia, il check del fondale e l'autopsia sul corpo di Lauro Mancini

AnconaToday è in caricamento