Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

«Marciapiedi impraticabili ad Ancona», Foresi risponde in consiglio comunale

I marciapiedi di Ancona nell'interrogazione di Fratelli d'Italia

Foto di repertorio

Percorsi ostacolati da pali della segnaletica, della luce o dei cartelloni pubblicitari. Hanno buche, bordi rotti, niente rampe disabili o semplicemente sono troppo stretti. Maria Grazia De Angelis, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, porta il caso dei marciapiedi anconetani in consiglio comunale. «Molti non sono praticabili, i pali addirittura spesso sono a poca distanza l’uno dall’altro e chi cammina deve fare lo slalom» ha detto nell’interrogazione presentata all’assessore alle manutenzioni Stefano Foresi. 

«I pali presenti sui marciapiedi, al 90%, sono quelli delle illuminazioni o della segnaletica stradale- ha spiegato Foresi- oggi abbiamo oltre 19mila punti luce e il 60%, cioè 11.500, è installato su pali. Abbiamo già sostituito 900 pali. Dove è stato possibile, li abbiamo posizionati adiacenti alle mura dei palazzi lasciando libero il marciapiede, ma tutto sta anche a vedere cosa c’è sotto la strada, i sottoservizi- continua Foresi- spesso quindi dobbiamo mantenere distanze un po’ diverse. Per la segnaletica stradale, il Codice della Strada prevede l’installazione a 60 centimetri dal bordo del marciapiede, a parte per i segnali toponomastici che possono essere messi a distanza minore. Stiamo cercando di creare meno impedimenti possibile e i segnali pubblicitari li stiamo mettendo tutti su transenne anziché in altezza. Certo- conclude Foresi- nei marciapiedi più piccoli c’è un effettivo impedimento, ma abbiamo realizzato molti progetti come lo “scuola sicuri” anche per far camminare i bambini in sicurezza». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Marciapiedi impraticabili ad Ancona», Foresi risponde in consiglio comunale

AnconaToday è in caricamento