Estate, effetto terremoto nel sud regione: in calo i marchigiani in vacanza

La dinamica complessiva indica che il 2017 delle Marche si presenta in chiara controtendenza rispetto allo scenario nazionale dove si prevede un significativo aumento del movimento turistico

Meno marchigiani in vacanza quest'estate. Secondo le stime dell'ultimo sondaggio realizzato da Sigma Consulting-Trademark Italia su un campione di 800 casi, a cavallo tra il 20 e il 22 giugno, 482 mila marchigiani (37%) trascorreranno le proprie ferie concedendosi un periodo di relax fuori casa mentre attualmente gli indecisi ammonterebbero a 143 mila (11%). Il numero dei vacanzieri rispetto all'anno precedente e' in calo del 7,6%. Sarebbero invece 677 mila i marchigiani che non faranno vacanze (52%). A dare la notizia l'Agenzia Dire.

Il trend e' a due velocita'. Nelle province del Sud della regione (Macerata, Ascoli Piceno e Fermo), dove pesa l'effetto 'terremoto', il 60% dei cittadini non andra' in vacanza contro il 31% che ci andra' ed il 9% di indecisi. Un calo di vacanzieri del 21,6% rispetto al 2016. Ad Ancona e Pesaro Urbino invece il 45% dei cittadini restera' a casa contro il 47% che andra' fuori citta' per le ferie e un 8% di indecisi. Un aumento del 3,8% rispetto all'anno scorso. «A inizio estate 2017- dichiarano Alberto Paterniani e Aureliano Bonini, responsabili della ricerca per i due istituti- la situazione delle Marche appare complessa e poco lineare. A fronte di un Nord poco o per nulla influenzato dal dramma del terremoto e del tutto in linea con la tendenza nazionale, a sud si rileva un netto calo della propensione alla vacanza. Colpiti dal sisma, direttamente o indirettamente, oggi molti marchigiani guardano alla vacanza come ad un bene secondario e temporaneamente rinunciabile». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La dinamica complessiva indica che il 2017 delle Marche si presenta in chiara controtendenza rispetto allo scenario nazionale dove si prevede un significativo aumento del movimento turistico. I marchigiani riducono sia il numero di notti fuori casa che il budget dedicato alle ferie. Un fenomeno confermato dal calo delle destinazioni estere tra le preferenze dei rispondenti al sondaggio: il 77% dei marchigiani fara' vacanze in Italia e solo il 23% (-9% sul 2016) andra' all'estero. Mare (59%) e montagna (21%) saranno le destinazioni piu' scelte. Percepite come 'sicure' e psicologicamente al riparo da minacce terroristiche sono le localita' in cima alle preferenze dei marchigiani. Il forte calo di capitali e citta' d'arte (6%) certifica l'influenza esercitata da paure e insicurezze per l'allarme terrorismo. Per il 28% dei rispondenti le notti fuori casa saranno di piu' rispetto a quelle dell'estate 2016 mentre per il 72% saranno le stesse o meno. Quanto alla spesa, aumenta di 5 punti la quota di chi pensa di diminuire o lasciare invariato il budget destinato alla vacanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento