Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Scuola, protesta dei docenti contro i trasferimenti imposti dall'"algoritimo impazzito"

Sit in spontaneo davanti all'Ufficio Scolastico Regionale da parte di un centinaio di insegnanti contro i trasferimenti "imposti" dal Ministero della Pubblica Istruzione

Chi si è vista assegnare il posto di lavoro a Torino. Altre in Veneto. Chi ancora in Emilia. Non c'è pace per il mondo della scuola a poche settimane dall'avvio dell'anno scolastico. Questa mattina (luned 22 agosto) un centinaio di insegnanti ha dato vita a un sit in spontaneo davanti all'Ufficio Scolastico Regionale per protestare contro i trasferimenti decisi dal contestato algoritmo del Ministero dell'Istruzione. I sindacati confederali di categoria – Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal – hanno appoggiato la protesta. Le docenti – molte delle quali in dolce attesa e altre che si sono presentate con i figli in passeggino – lamentano un "algoritmo impazzito" che ha spedito loro fuori regione mentre altre insegnanti, con punteggi più bassi, sono state inserite negli organici delle Marche.

Questa mattina sono arrivate da Ancona ma anche, in maggior numero, da Ascoli e da Fermo. Molte di loro sono state destinate alle scuole del Veneto (soprattutto Rovigo e Venezia) e dell'Emila (Sassuolo, Piacenza, Modena). Al direttore dell'Usr, che le ha ricevute per un incontro durato un paio di ore, hanno chiesto di rientrare tra i posti che lo stesso ufficio ha autorizzato in deroga per il sostegno a studenti disabili. Sono state incontrate anche dal presidente del consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo. I tempi sono però stretti. Se le assegnazioni in più per il sostegno – circa 1000 - non vengono fatte in fretta c'è il rischio che le docenti inizino a insegnare fuori per poi tornare nelle Marche dopo pochi mesi. 

«Disagi di carattere personale e familiare che si sommano alle problematiche connesse alla continuità didattica - ha commentato Mastrovincenzo sui social - mi hanno spinto ad interessare della questione anche l'assessore all'istruzione Loretta Bravi che incontrerà, già nei prossimi giorni, la delegazione delle insegnanti di sostegno»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, protesta dei docenti contro i trasferimenti imposti dall'"algoritimo impazzito"

AnconaToday è in caricamento