rotate-mobile
Cronaca

Omicidi, droga, furti e truffe. Nelle Marche in un anno oltre mille arresti e 11mila denunce

Nel periodo interessato (da maggio 2023 al maggio di quest'anno), le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria in tutta la Regione sono state 11.480, di cui 10.353 in stato di libertà e 1.127 in stato di arresto

ANCONA – «Le caserme dell’Arma sono la casa degli anconetani»: con queste parole il Comandante della Legione Carabinieri Marche, Generale di Brigata Salvatore Cagnazzo, ha voluto esprimere il suo pensiero di perenne e costante vicinanza dei Carabinieri delle Marche alla cittadinanza. Ed i numeri relativi all’analisi dei dati sulla situazione della criminalità nella regione Marche lo sottolineano in pieno. Infatti, nel corso del periodo in esame sono stati denunciati complessivamente da tutte le forze di polizia 39.186 reati di cui 33.406 (pari all’85,25%) perseguiti dalla sola Arma dei Carabinieri. Le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria in tutta la Regione sono 11.480, di cui 10.353 in stato di libertà (di cui 2.788 stranieri) e 1.127 in stato di arresto (di cui 354 stranieri).

Nel periodo di riferimento si sono verificati complessivamente 4 omicidi di cui un femminicidio cui si aggiunge un tentato femminicidio. I reati di maltrattamenti in famiglia perseguiti sono stati 592 mentre gli atti persecutori (Stalking) perseguiti sono 292. Per quanto attiene i furti, reato statisticamente più incidente, si registrano complessivamente 3.080 casi. Le tipologie più diffuse sono i furti in abitazione: 601; con destrezza: 524; in danno di esercizi commerciali: 331; sulle auto in sosta: 188; di motocicli: 101. Decisa è stata la risposta dell’Arma nei confronti del fenomeno, con importanti operazioni di servizio che hanno consentito anche di recuperare la merce rubata, come quella che lo scorso 7 febbraio hanno condotto i carabinieri del comando Provinciale di Ancona che ha consentito di arrestare 7 persone autori di 36 furti in abitazione in provincia.

Le truffe e le frodi informatiche sono state 1.761 (di cui 462 scoperte). Sempre costante l’attenzione dell’Arma sul tema delle truffe agli anziani: sono decine gli incontri pubblici effettuati dai comandanti di Stazione nel territorio regionale per spiegare le tipologie di truffe e come non “cascarci” così come sono diverse le operazioni svolte per reprimere il fenomeno, ad esempio quella dei carabinieri di Osimo che il 16 maggio scorso hanno arrestato a Napoli 2 persone autori di 40 truffe nelle Marche e in tutto il territorio nazionale con il modus operandi ormai tristemente noto. Un complice, con base a Napoli, contattava le vittime su un telefono di rete fissa e, dopo essersi qualificato come Maresciallo dei Carabinieri, Finanziere, oppure come dipendente di un ufficio postale, riusciva a convincere le vittime che avrebbero dovuto consegnare a un collega soldi o gioielli, necessari per pratiche burocratiche, spese legali o risarcimenti, per incidenti stradali patiti da qualche loro parente, in realtà mai avvenuti.

Sul fronte del contrasto alla diffusione delle sostanze stupefacenti le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria sono 394 di cui 155 in stato di arresto, mentre sono più di 220 kg le sostanze stupefacenti complessivamente sequestrate (kg 10 di cocaina, kg 3 di eroina, kg 148 di hashish, kg 50 di marijuana, 1.300 piante di cannabis) del valore che supera i due milioni e mezzo di euro. In materia di violazioni di armi, esplosivi, munizioni sono 194 le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria mentre sono stati sequestrati 271 fucili, 62 pistole e 3 bombe a mano. Nel periodo in esame, le articolazioni del Comando Legione Carabinieri Marche hanno svolto 5.361 servizi di ordine pubblico e 92.319 servizi preventivi e antisciacallaggio, nel corso dei quali sono state identificate 407.207 persone e sono stati controllati 303.784 veicoli. Al numero di Pronto Impiego “112”, che garantisce la copertura dell’intero territorio regionale, sono pervenute 111.773 richieste di intervento da parte della locale popolazione.

Nell’ambito dell’attività effettuata in tema di sicurezza stradale, sono stati rilevati nel complesso 3.252 incidenti stradali, di cui 69 con esiti mortali, 1.444 con persone ferite e 1.959 senza feriti. Sono state denunciate 727 persone per violazioni varie legate alla circolazione stradale, mentre sono state ritirate 1.318 patenti e 1.098 carte di circolazione. Le contravvenzioni al Codice della Strada sono state 17.570 per un valore complessivo di 4.517.000 di euro. Rilevanti anche i numeri prodotti dai reparti specializzati dell’Arma presenti ad Ancona nei rispettivi settori di competenza. Gli interventi nella Regione da parte dei militari del N.A.S. (Nucleo Anti Sofisticazione) a tutela della salute pubblica sono stati 1.183, nel corso dei quali sono state rilevate 582 infrazioni e denunciate 109 persone. I risultati conseguiti dai carabinieri del N.O.E. (Nucleo Operativo Ecologico) a tutela dell’ambiente consistono in 114 ispezioni eseguite, 116 infrazioni rilevate e 141 persone denunciate. I carabinieri del N.I.L. (Nucleo Ispettorato del Lavoro) hanno invece eseguito complessivamente 762 ispezioni, rilevando 1.510 infrazioni e denunciando 396 persone.

Il servizio Cinofili ha eseguito 302 interventi finalizzati alla ricerca di persone, stupefacenti ed esplosivi. In merito al contrasto all’immigrazione clandestina sono stati rintracciati 142 cittadini stranieri irregolari, sono state formulate 27 proposte di espulsione mentre 290 persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria (di cui 26 in stato di arresto). A tutela del Patrimonio artistico, invece, i Carabinieri del Tutela Patrimonio Culturale hanno eseguito 349 ispezioni, denunciato 107 persone e recuperato ben 14.396 reperti per un valore di circa 137mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidi, droga, furti e truffe. Nelle Marche in un anno oltre mille arresti e 11mila denunce

AnconaToday è in caricamento