ANCI e Sindacati marchigiani: siglato l'accordo per la sospensione del pagamento dei tributi locali

CGIL - CISL e UIL Marche, insieme all'Associazione dei Comuni, si sono incontrati per chiedere al Governo la somma di 5 miliardi per il ristorno delle mancate entrate nelle casse dei Comuni

Siglato il protocollo di intesa tra ANCI Marche e CGIL CISL UIL Marche per venire incontro alle esigenze dei cittadini e delle famiglie, specie quelle più colpite dalle ripercussioni economiche e sociali determinate dall’emergenza sanitaria.

In particolare, con questa intesa, il Presidente dell’ANCI Marche, Maurizio Mangialardi ei Segretari Generali di CGIL CISL UIL Marche, Daniela Barbaresi, Sauro Rossi e Graziano Fioretti invitano i Comuni delle Marche «affinché - si legge nel comunicato - alla luce della situazione di emergenza non solo sanitaria ma anche sociale ed economica, dispongano il rinvio dei pagamenti dei tributi quali IMU, TARI, TASI e altri tributi locali nonché il pagamento delle rette dei servizi per l’infanzia, la disabilità, la non autosufficienza, delle mense scolastiche o di altri servizi a domanda individuale e delle multe».

I firmatari hanno condiviso anche la necessità di garantire la continuità dei servizi e delle prestazioni assistenziali alle persone, nelle forme e nelle modalità che la situazione consente, in condizioni di sicurezza per gli operatori e operatrici, nonché la necessità di attivare un monitoraggio degli interventi adottati dai Comuni delle Marche per il sostegno alimentare a favore dei cittadini e dei nuclei familiari più gravemente colpiti dall’emergenza Coronavirus. Intendono inoltre promuovere l’adozione da parte di tutti i Comuni delle Marche dei Regolamenti per l’accesso ai servizi a domanda individuale e per l’integrazione delle rette dei servizi residenziali e semi-residenziali, utilizzando l’ISEE lineare e attualizzato.

Secondo Maurizio Mangialardi, Presidente dell’ANCI Marche: «in questa gravissima crisi, ai Comuni è stato demandato il compito di realizzare la gestione di vecchie e nuove fragilità. Sono stato tra i firmatari della petizione con la quale abbiamo chiesto al Governo la somma di 5 miliardi per il ristorno delle mancate entrate nelle casse dei Comuni, anche se l’accordo  per ora sottoscritto con il ministro Gualtieri ha previsto una dotazione di 3 miliardi. Come Anci, abbiamo chiesto l’istituzione di un tavolo nazionale di monitoraggio per tenere sotto controllo le perdite dei Comuni per far sì che i servizi ai cittadini non vengano mai meno e mi riferisco ad attività essenziali come la raccolta di rifiuti, trasporto pubblico e servizi sociali. Ci stiamo preparando per la Fase 2 con un percorso di grande condivisione istituzionale che individui regole chiare da applicare su tutto il  territorio regionale». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatti anche i Segretari Generali di CGIL CISL UIL, Barbaresi, Rossi e Fioretti secondo i quali: «in questa fase così concitata, con un tessuto sociale ed economico messo a dura prova dall'emergenza Covid-19, assume grande valore lo sforzo di ANCI e Organizzazioni Sindacali di lavorare su obbiettivi condivisi per dare risposte concrete e stringenti alle persone e alle famiglie, sul piano della salvaguardia dei servizi, dell'alleggerimento della pressione fiscale e del sostegno a chi è più duramente colpito dalla crisi». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Va a votare, viene presa a calci e pugni da uno sconosciuto: choc al seggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento