rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca

«No alla violenza dello sfratto», protesta davanti al tribunale

Una ventina di manifestanti questa mattina gridavano e fischiavano dicendo di essere vittime di giudici e magistrati

ANCONA - «No alla malagiustizia», «no alla violenza dello sfratto prima dell’asta», «vergogna». Armati di cartelli, striscioni e fischietto, una ventina di persone hanno manifestato questa mattina davanti al tribunale, in corso Mazzini. Il presidio, che ha visto dispiegate diverse forze dell’ordine, Digos, polizia locale, carabinieri e vigilanza del tribunale per garantire l'ordine pubblico, è iniziato poco prima delle 8 ed è andato avanti fino a dopo mezzogiorno. Con un megafono i manifestanti, che hanno detto di aderire al “Comitato Nazionale contro la malagiustizia”, lamentavano procedimenti archiviati e insabbiati in altri tribunali di Italia, Parma e Bologna, per questo si sono spinti ad Ancona. Alla locale Procura hanno detto di aver inoltrato due denunce 15 giorni fa e volevano essere ricevuti dalla procuratrice capo Monica Garulli. I motivi delle denunce sarebbero atti violenza subito da forze dell’ordine durante gli sfratti e pignoramenti di beni di proprietà con modalità non corrette.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«No alla violenza dello sfratto», protesta davanti al tribunale

AnconaToday è in caricamento