Studenti in protesta (immagine archivio)
Cronaca

Scuola: domani i giovani della Rete degli Studenti Medi scendono in piazza anche ad Ancona

"Anche ad Ancona gli studenti scenderanno in piazza di fronte all'assessorato comunale alla cultura alle ore 9.00, per lanciare un segnale chiaro e forte alle istituzioni, con un sit in dimostrativo e un'assemblea pubblica"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Domani, venerdì 11 ottobre, la Rete degli Studenti Medi scenderà in piazza in tutte le città delle Marche e d’Italia.

“Anche ad Ancona gli studenti scenderanno in piazza di fronte all’assessorato comunale alla cultura alle ore 9.00, per lanciare un segnale chiaro e forte alle istituzioni, con un sit in dimostrativo e un’assemblea pubblica che servirà a sviluppare il dibattito e a dare voce alle istanze degli studenti, da sempre per nulla considerate.
Manifesteremo portando avanti le rivendicazioni nazionali di cui siamo portavoci già da anni e che ci hanno visti protagonisti della grande manifestazione regionale dello scorso 11 dicembre 2012, in cui siamo riusciti ad ottenere 5 milioni di euro per l’edilizia scolastica nella nostra regione.
Non ci siamo accontentati: non siamo stanchi di ripetere qual è la Scuola Pubblica che vogliamo e la manifestazione di venerdì è solo un punto di partenza per quello che sarà il nostro percorso di tutto l’anno.
Scendiamo in piazza per un sistema di diritti degli studenti che sia migliore di quello attuale,  che garantisca alla cittadinanza studentesca di poter vivere in una città ed, in generale, in un Paese che metta al centro la cultura, l’istruzione e la formazione dei cittadini più giovani.
Scenderemo in piazza anche perché nella città di Ancona gli studenti soffrono sempre più i costi gravosi per i trasporti, che offrono un servizio a dir poco scadente; per le ore di laboratorio diminuite del 60% negli istituti tecnici, professionali ed artistici e per la mancanza di materiale fondamentale che la scuola dovrebbe garantire agli studenti”.

Dichiara il coordinatore regionale della Rete degli Studenti Medi Marche, Claudio Concas: “Siamo pronti ad un altro autunno di manifestazioni e battaglie, perché quello che abbiamo ottenuto l’anno scorso è solo un punto di partenza. Quest’11 ottobre, data di mobilitazione nazionale da tempo convocata dalla Rete degli Studenti Medi, saremo al fianco di tutti gli studenti anconetani che manifesteranno per i loro diritti.”

L’ASSOCIAZIONE UNIVERSITARIA GULLIVER. “Domani venerdi 11 Ottobre scenderemo in piazza al fianco della Rete degli Studenti Medi Marche per ricordare che "Istruzione" è più di una parola, è una prospettiva.
In un paese dilaniato dai tagli e dalle razionalizzazioni, che proprio in questi giorni si e' visto collocare nelle ultime posizioni nella classifica OCSE per livello di alfabetizzazione e competenze linguistiche, riteniamo che la scuola e l'istruzione pubblica vadano difese e rifinanziate.
Manifestiamo perché' si riconosca finalmente lo status di studente, trasversalmente all'eta' e al comune di residenza. Uno status che lo identifichi come categoria da tutelare e che quindi preveda una serie di agevolazioni: partendo dal calmieramento degli abbonamenti ai trasporti pubblici urbani ed extraurbani, passando per l'abbattimento del costo spropositato dei libri, fino ad arrivare ad agevolazioni per l'accesso alla cultura. Riteniamo che in un momento storico come questo, l'accesso all'istruzione e alla cultura in generale debbano essere una priorita', che siano traino dell'intero Paese, sia per crescita che per qualita' della democrazia.
Proprio per questo domani saremo in piazza al fianco degli studenti medi di fronte all’assessorato comunale alla cultura alle ore 9.00, per lanciare un segnale chiaro e forte alle istituzioni, con un sit in dimostrativo e un’assemblea pubblica che servirà a sviluppare il dibattito e a dare voce alle istanze degli studenti, da sempre per nulla considerate.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: domani i giovani della Rete degli Studenti Medi scendono in piazza anche ad Ancona

AnconaToday è in caricamento