Conerobus taglia 25 contratti precari: scatta la protesta

Una ventina di ex lavoratori hanno manifestato davanti alla sede di Conerobus di via Bocconi contro la decisione dell'azienda di non rinnovare i 25 contratti a termine di altrettanti autisti scaduti a settembre

Ieri pomeriggio una ventina di ex lavoratori hanno manifestato davanti alla sede di Conerobus di via Bocconi contro la decisione dell’azienda di non rinnovare i 25 contratti a termine di altrettanti autisti scaduti a settembre. A riportare la notizia è il Messaggero.
Nel 2011 la partecipata aveva in essere 70 contratti interinali, divenuti poi 25, questi ultimi scaduti il 15 del mese e non più rinnovati. Settanta posizioni atipiche che ora, riporta sempre il quotidiano, potrebbero trasformarsi in altrettante vertenze per l’azienda.

Contestualmente alla protesta, ieri, rappresentanti sindacali Cgil, Cisl e Uil sono saliti a colloquio con la presidente Valeria Mancinelli, ma il risultato del vertice non lascia ben sperare i lavoratori rimasti a casa: la questione sarà affrontata a novembre, dopo che si sarà riunito il Cda, ma a quanto pare ci sono i margini per riassorbire solo sei dei 25 contratti scaduti, e per di più part time.

Comprensibile la delusione e la preoccupazione tra gli autisti rimasti senza lavoro: tra di loro, infatti, ci sono persone che hanno lavorato anche per 5 anni per l’azienda di trasporto pubblico locale, con contratti di 11 mesi rinnovati a intermittenza per poter mantenere la forma atipica e non essere assunti a tempo indeterminato. A loro e ai loro colleghi non resta che aspettare e sperare.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento