Cronaca Fabriano

Fabriano: lavoratori manifestano sotto la Indesit, Spacca chiama Milani

I lavoratori della Indesit Company di Albacina hanno manifestato sotto la direzione dell'azienda e il governatore ha chiesto un incontro "urgentissimo" in Regione al neo presidente e ad Marco Milani

I lavoratori della Indesit Company di Albacina hanno manifestato sotto la direzione dell'azienda, a Fabriano, contro il piano da 1425 esuberi annunciato ieri dalla società per i tre poli produttivi di Fabriano, Comunanza e Caserta. Dopo l'assemblea di fabbrica gli operai si sono mossi in corteo verso la sede della multinazionale. Stesso programma per i lavoratori dello stabilimento di Melano.
I toni si erano già accesi in mattinata, in una delle assemblee in cui i rappresentanti sindacali di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil hanno illustrato i dettagli degli interventi preannunciati ieri a Roma dai vertici aziendali.

SPACCA CHIAMA MILANI. Il governatore delle Marche Gian Mario Spacca ha chiesto con un telegramma un incontro ''urgentissimo'' in Regione al neo presidente e ad di Indesit Company Marco Milani, sul Piano Italia del gruppo e le pesantissime ricadute in termini occupazionali nella regione. Spacca ricorda anche all'ad ''lo stile e la tradizione imprenditoriale di questa azienda che sempre ha fatto della responsabilità sociale un elemento fondamentale della sua strategia industriale e della competitività''.

IL GRIDO "LAVORO! LAVORO". I lavoratori si sono assembrati davanti agli uffici di sede e al grido "lavoro! Lavoro!" e sono poi entrati nel salone al piano terra. Tutto è accaduto senza incidenti, anche se quando i manifestanti hanno cercato di entrare e accedere ai piani superiori è salita la tensione. Ma le forze di polizia sono riuscite a mantenere la calma e la situazione è subito rientrata. Una delegazione dei sindacati è salita per incontrare gli impiegati, anche loro pesantemente coinvolti nel piano di esuberi.

Si è infine conclusa alle 16:45 circa, con l'ultima assemblea dei lavoratori del sito Melano tenuta sul prato davanti alla sede dell'Indesit, l'occupazione simbolica della sede direzionale dell'azienda. La protesta si è svolta senza incidenti, sorvegliata da pochi agenti di polizia e carabinieri. La direzione aziendale ha assicurato in un incontro ristretto con i rappresentanti della Fim Andrea Cocco, della Fiom Fabrizio Bassotti e della Uilm Vincenzo Gentilucci la disponibilità a far svolgere l'assemblea sindacali con gli impiegati, ma con il preavviso previsto dalle norme sul lavoro. A quel punto le tute blù si sono accampate per circa tre ore in parte nella hall l'edificio, in parte sul prato (sindacalisti e bandiere Uilm all'esterno). Molti hanno seguito su un maxischermo tv i telegiornali e i canali all news, applaudendo al passaggio dei servizi sulla vertenza Indesit, in parte 'oscurata' sul piano mediatico dagli incidenti all'Ast di Terni.

Fonte: ANSA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabriano: lavoratori manifestano sotto la Indesit, Spacca chiama Milani

AnconaToday è in caricamento