menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vallemiano: più di 2500 voci contro la chiusura del gattile

Si è tenuta ieri mattina una menifestazione di protesta contro la decisione del Comune di chiudere il gattile di Vallemiano. Più di 2500 le mail di solidarietà ricevute dai volontari dell'Anta Onlus

Giù le mani dal Gattile” e “In 2500 vi diciamo vergogna!”. Sono queste le parole che rispecchiano la rabbia dei volontari e dei cittadini per la decisione di chiudere il gattile di Vallemiano. Parole che sono apparse nero su bianco su alcuni striscioni appesi al tetto della struttura proprio ieri, quando un centinaio di persone si sono ritrovate di fronte alla dimora felina, per protestare contro la chiusura voluta dal Comune. Dunque un grido di protesta che ne contiene almeno 2500. Si perché “2500 sono le mail che ci sono arrivate sulla nostra casella salvaimoilgattilediancona@gmail.com, che protestano contro la chiusura del gattile” ha detto Milva Vichi, vice presidente dell'associazione A.n.t.a. Onlus.

Il Comune vorrebbe chiudere il gattile perché la struttura risulterebbe inagibile, ma i volontari non sono di questo avviso e poi, anche fosse, il Comune non ha trovato una soluzione alternativa per evitare lo sfratto degli 80 gatti. L'unica possibilità, emersa da un incontro tra le volontarie e il Commissario, sarebbero dei terreni dove lasciare liberi i felini. E' fattibile? Non per i volontari dell'Anta. Infatti qui si parla di gatti domestici e non randagi, tra cui ci sono anche gatti recuperati da traumi e sofferenze. Come Pinco, che, dopo essere stato impallinato, ha perso un occhio e l'altro gli è stato salvato. Amici a quattro zampe dunque, che sono abituati a vivere in libertà in 600 metri quadrati dedicati solo a loro, dove hanno imparato a convivere anche con le persone. Impensabile buttarli in strada. Per non parlare del rischio randagismo: “Si spendono tanti soldi contro il randagismo e poi degli animali vengono messi per strada, quando hai una struttura come questa che ha un tasso di mortalità pari a zero” ha detto Chiara Moglie, una volontaria.

Presente anche il candidato al Parlamento David Favia, che difende il gattile: “Le volontarie sono molto brave e tengono la struttura in maniera eccezionale. Questa inagibilità non esiste, tanto è che tecnici terzi hanno indicato che è perfettamente agibile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento