Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Roma

Sindacati e studenti contro l’austerity, tensione coi centri sociali

Circa un migliaio di persone hanno preso parte ieri mattina allo sciopero generale organizzato dalla Cgil. Non sono mancati momenti di tensione, come il lancio di uova e palloncini riempiti di vernice

La Banca d'Italia bersagliata (foto inviata da un lettore)

Circa un migliaio di persone hanno preso parte ieri mattina allo sciopero generale organizzato dalla Cgil: il corteo è partito da piazza della Repubblica e si è diretto a Piazza Roma, dove si è tenuto un comizio cui hanno asstito anche gli operai Fincantieri. La protesta rientra nello sciopero generale indetto in concomitanza con la protesta indetta dalla Confederazione europea dei sindacati contro l’austerity del governo.

Alla protesta hanno preso parte anche gli studenti e i centri sociali. Non sono mancati momenti di tensione come lancio di uova e palloncini riempiti di vernice contro banche e forze dell'ordine. Secondo l’Agenzia Giornalistica Italiana sarebbero stati colpiti anche alcuni cittadini, cui poi hanno fatto da scudo finanzieri e carabinieri. La Cgil ha preso le distanze dai centri sociali.

Riporta l'Ansa che una corposa componente del corteo (oltre 700 persone tra precari, studenti e appartenenti ai centri sociali) ha inscenato anche un contro-comizio polemico nei confronti della Cgil, intonando in coro: “Noi la crisi non la paghiamo”, ma anche insulti contro il presidente del consiglio Monti.

LA CGIL. Soddisfazione espressa dal sindacato per l'andamento della manifestazione, a cui si sono uniti i lavoratori di diverse aziende, gli studenti del Gulliver e quelli dell'istituto tecnico Vanvitelli-Stracca-Angelini.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati e studenti contro l’austerity, tensione coi centri sociali

AnconaToday è in caricamento