La Mancinelli incontra la Torrette in protesta. «Basta, qui si muore di smog e amianto»

Presente anche il nuovo assessore ai lavori pubblici Paolo Manarini. «Tante cose abbiamo fatto e altre ne faremo» ha detto la Mancinelli. «Volete aumentare ancora il traffico ora basta» hanno detto i residenti

La Mancinelli incontra il quartiere di Torrette

Il supermercato all’interno della ex Centrale del Latte, un Mc Donalds sull’area verde compresa tra via Conca e il Sun Island, il trasferimento del Salesi all’Ospedale Regionale. E’ la Torrette prospettata ieri dal sindaco Valeria Mancinelli. Non di sicuro ma possibile. Dipenderà da cosa vorrà fare il privato che compra nel caso della ex Centrale del Latte o di chi sarà il miglior offerente dell’asta pubblica nel caso dell’area parcheggio, anche se la catena di fast food americana ha espresso interesse e sarà dura abbia concorrenti. Ma questa è proprio la Torrette che, una parte di quartiere, proprio non vuole. E ieri, in occasione dell’incontro tenutosi al circolo “L’Incontro”, i residenti contrari alle idee dell’amministrazione comunale lo ha detto chiaro e tondo. Con le proteste. Col dissenso, trasformatosi a volte in critica, a volte esternato con lo sfogo e le urla che in più occasioni hanno costretto la Mancinelli ad interrompersi. C’è una Torrette che non condivide la visione della giunta ed ha trovato massima espressione nelle parole, tanto pacate quanto chiare, di Marco Ausili: «Sindaco lei ci parla di Salesi, Mc Donalds e supermercato come attrattori di traffico. Ma noi di traffico non ne vogliamo più perché qui si muore per malattie legate allo smog e all’amianto». E giù applausi. 

Guarda anche il video: Il sindaco Mancinelli fa il punto

EX CENTRALE DEL LATTE E NUOVA VIABILITA’. Al via all’incontro alle ore 18:30, introdotto da consigliere comunale Tommaso Fagioli, con il sindaco Valeria Mancinelli, l’assessore alla viabilità Stefano Foresi e neo nominato (firmerà in giornata) ai lavori pubblici Paolo Manarini. Anche loro due avrebbero dovuto parlare ma alla fine è stato un fiume in piena del sindaco che ha toccato tutti i temi in agenda e ha dovuto parare i cori di fischi di una buona parte dei più di 200 torrettani presenti all’incontro. In primis la centrale del Latte per cui «E’ previsto sia venduto a chi lo vuole comprare e, una volta venduto, chi lo compra decide cosa farne tra le possibilità ammesse dal piano regolatore: abitazioni, uffici e negozi». Dunque un nuovo centro commerciale? Un altro insieme al centro civico? «Sia chiaro che una cosa tipo Auchan è impossibile ma un supermercato consistente sotto i 2.500 metri quadrati sì» ha detto il sindaco. E giù fischi. Sulle barricate i commercianti del centro civico, un altro supermercato, il 4° in questo caso, non ce lo vogliono. Altro nodo spinoso è che «per fare ciò il fosso del sottopasso vicino Arti e Mestieri dovrà essere chiuso e stiamo programmando un sovrappasso per mare partendo proprio dalla terrazza di Arti e Mestieri». Qualcuno sbotta: «Quel passaggio lo usano ogni anno migliaia di persone e gli anziani come ci passano col sovrappasso? Come a Collemarino dove non riescono a fare le scale?». Ma c’è anche chi è d’accordo con l’amministrazione perché «quel sottopasso è rischioso e ci può morire qualcuno». E su questo interviene anche il consigliere comunale di Forza Italia Daniele Berardinelli per cui «è stata detta una cosa gravissima. Se è vero che quel sottopasso è pericoloso da 15 anni e questi non hanno fatto nulla fino ad oggi, ma che cosa state facendo? Ma perché non vi indignate contro questa amministrazione?». Poi la Mancinelli ha ricordato anche le tante cose fatte per Torrette e ha detto le altre migliorie già previste per i prossimi mesi. Quali? Rotatoria tra via Conca e via Tenna per cui ci sono i finanziamenti e il progetto esecutivo, entro un anno gara d’appalto. Due sovrappassi su via Conca connessi alla nuova rotatoria. Rotatoria sulla Flaminia davanti a “Divani e Divani” per migliorale la circolazione e l’ingresso nel quartiere. «Sono interventi che si possono fare, sono nelle nostre possibilità e li stiamo facendo» ha detto la Mancinelli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

USCITA OVEST. Poi c'è il tema del progetto naufragato: «Ci siamo fidati dello Stato, questa Amministrazione non ha avuto particolari negligenze ma una lezione l’abbiamo imparata. Per la prossima volta Comune e Autorità Portuale, che sono direttamente interessati, dovranno essere i protagonisti del progetto» ha ribattuto il sindaco a chi critica l'operato del Comune. Alla fine il sindaco lascia l'incontro, risentita per la protesta, ribandendo come «Torrette non è solo questa». Sarà, ma di certo ieri c'era anche la Torrette che partecipa, che ha paura perché non vede un futuro senza polveri sottili e amianto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento