menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Croce gialla di Camerano - foto di repertorio

Croce gialla di Camerano - foto di repertorio

Non c'è tempo di arrivare in ospedale e la mamma partorisce in macchina

La donna e il bambino hanno così ricevuto le prime cure dei soccorritori della Gialla di Camerano e subito dopo sul posto è arrivato il medico del 118

Troppo tardi, il piccolo ha fretta di nascere. Lui è costretto a fermare l’auto sul ciglio della strada e, senza neppure il tempo di pensare come affrontare quella situazione, è diventato papà mentre la sua compagna era sui sedili posteriori mentre stringeva il piccolo Diego, stremata ma felice. La stessa felicità espressa col dolce sorriso con cui ha poi accolto i volontari della Croce Gialla di Camerano, inviati dalla centrale operativa del 118 a seguito della chiamata del fidanzato. 

L’inaspettata sorpresa è avvenuta ieri sera intorno alle 22,30 lungo la Direttissima del Conero quando i due, una coppia di 30enni di Castelfidardo, stavano andando in ospedale proprio perché, dopo i 9 mesi, era iniziato il travaglio. Ad un tratto però la neomamma ha capito che il tempo era scaduto. Così, all’altezza dell’azienda Tontarelli, ha intimato al fidanzato di fermarsi perché il loro bambino stava venendo al mondo. E così è nato Diego. 

La donna e il bambino hanno così ricevuto le prime cure dei soccorritori della Gialla di Camerano. Subito dopo sul posto è arrivato il medico del 118 che effettuato ulteriori controlli e ha tagliato il cordone ombelicale del piccolo Diego, sistemato sull’ambulanza. Solo dopo l’automedica e i volontari della Gialla hanno proseguito nel viaggio, fino al Salesi di Ancona, dove sia la mamma che il suo piccolo sono arrivati in salute e senza complicanze. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento