rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Jesi

Beve troppo poi minaccia la compagna: «Se mi lasci ti sgozzo»

Un 39enne è a processo per maltrattamenti aggravati in famiglia. Abusando di alcol avrebbe deteriorato il suo rapporto di convivenza con la donna della sua vita. Lei ha testimoniato in aula: «Volevo che si facesse aiutare»

JESI - «Volevo che si facesse aiutare perché quando beveva lui diventava un altro. Senza l'alcol andavamo d'amore e d'accordo. Alla fine però ho dovuto lasciarlo». Così ha testimoniato ieri in aula una donna di 37 anni, madre di tre bambini, che dopo una convivenza di cinque anni trascorsa in una cittadina della Vallesina ha denunciato e fatto finire a processo per maltrattamenti in famiglia, aggravati, il suo compagno. L'uomo, 39 anni, è imputato davanti al tribunale di Ancona dove si sta svolgendo il processo per le accuse formulate. Dal 2014 al 2019, quando la ex compagna si è poi rivolta ai carabinieri per la denuncia, le cose non sarebbero andate bene in casa per via della sua dipendenza alcolica. La 37enne, che nel processo si è costituita parte civile con l'avvocato Andrea Nocchi, ieri ha raccontato davanti al collegio penale presieduto dal giudice Carlo Cimini, tutti gli episodi in cui il compagno l'avrebbe maltratta, sia verbalmente che fisicamente. Nel 2015, di ritorno dalla festa del vino di Cupramontana aveva guidato l'auto lei e arrivati a casa lui, dopo essere stato svegliato «mi ha mollato uno schiaffo e poi ha preso a calci anche la madre che io avevo chiamato ad aiutarmi per farlo scendere».

L'uomo avrebbe già dato così le prime avvisaglie degli abusi etilici. Nel lungo periodo di convivenza, quando lei lo voleva lasciare, lui le avrebbe anche fatto questa minaccia: «Se mi lasci ti sgozzo». Finita la relazione e mentre abitavano ormai in case diverse lui avrebbe fatto scenate per tenere i bambini quando non doveva, una notte si sarebbe anche arrampicato fino alla finestra dove dormiva la donna per bussare ai vetri e farsi aprire perché voleva parlare con lei. In altri episodi raccontati la vittima ha riferito che lui l'aspettava anche sotto casa dei genitori e in più occasioni l'avrebbe strattonata. Prossima udienza il 21 giugno per l'esame dell'imputato che potrà dare la sua versione dei fatti. L'uomo è difeso dall'avvocato Marco Pancotti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beve troppo poi minaccia la compagna: «Se mi lasci ti sgozzo»

AnconaToday è in caricamento