Cronaca

Emergenza neve e ghiaccio, ecco l'ordinanza del Comune: sabato riunione del Coc

Venerdì mattina l'Amministrazione ha emesso l'ordinanza per la  regolamentazione dei comportamenti da tenersi da parte della  popolazione in occasione di precipitazioni nevose

Prosegue il lavoro dell'Assessorato alla Protezione Civile per la messa a punto del piano di intervento per l'allerta meteo prevista da domenica e per i giorni seguenti. L'assessore Stefano Foresi ha convocato il Coc per domani mattina alle ore 11.00. Intanto questa mattina l'Amministrazione ha emesso l'ordinanza per la regolamentazione dei comportamenti da tenersi da parte della popolazione in occasione di precipitazioni nevose o in presenza di strade coperte da coltre nevosa o ghiaccio

Su tutte le strade comunali o vicinali e le aree pubbliche aperte al traffico sarà vietata la circolazione di veicoli di ogni tipo privi di pneumatici invernali o di sistemi antisdrucciolo, quali catene da neve o similari conformi alle prescrizioni del vigente Codice della Strada; tutti i veicoli devono essere muniti di pneumatici invernali o di catene o altri sistemi antisdrucciolo conformi; è vietato lasciare  in sosta i veicoli su tutte le corsie di marcia delle strade comunali e vicinali in assenza di pneumatici o dispositivi antisdrucciolo. I veicoli in difetto saranno assoggettati alle sanzioni previste per la violazione dell'ordinanza nonché  rimozione del veicolo a spese dei proprietari. Inoltre in tutte le aree urbane, commerciali ed artigianali del territorio comunale: i proprietari, gli Amministratori di Condomini, i titolari di esercizi pubblici o commerciali o utilizzatori, a qualsiasi titolo, di edifici privati e loro pertinenze o terreni a qualunque scopo oggetto delle rispettive responsabilità, per tutto il fronte sulla strada pubblica degli immobili indicati, sui marciapiedi, o se il marciapiede non esiste sulle aree soggette a pubblico passaggio, sono obbligati (laddove trattasi di aree pubbliche) ovvero invitati (nel caso trattasi di aree private) allo sgombero della neve, alla rottura e/o copertura con materiale adatto del ghiaccio, nonché ad evitare lo spandimento di acqua che possa provocarne il congelamento; obbligati ad accumulare la neve od il ghiaccio in modo da non impedire la circolazione veicolare e pedonale, evitando di ostruire gli scarichi e i pozzetti stradali; ad aprire varchi in attraversamento della neve accumulata ai bordi della strada, in corrispondenza di caditoie prospicienti i fabbricati per facilitare il deflusso delle acque di scioglimento della neve; ad abbattere eventuali festoni di neve e/o lame di ghiaccio pendenti dai cornicioni dei tetti, dalle grondaie, sui balconi o terrazzi o su altre sporgenze che proiettano sulla pubblica via, nonché tutti i blocchi di neve o ghiaccio che possano scivolare, al fine di salvaguardare l’incolumità di pedoni o recare, in genere, pregiudizio per persone o cose.

La neve o il ghiaccio accumulato su marciapiede o area pubblica non dovrà ostruire il passaggio dei pedoni e dei mezzi;

  • è vietato il deposito, sui marciapiedi, sulle vie e strade, o comunque su suolo pubblico, della neve accumulata in cortili o luoghi privati;
  • i titolari e/o utilizzatori dei passi carrai debbono provvedere alla rimozione della neve dai rispettivi spazi di competenza;
  • i proprietari e/o possessori e/o utilizzatori di aree in cui insistano piante o alberi, che a causa della neve possano minacciare pericolo o pregiudizio per persone e cose in transito sulla pubblica via, sono obbligati a  provvedere alla  rimozione della neve, al taglio dei rami e/o all’abbattimento degli alberi pericolosi.  Nel caso in cui i rami o gli alberi, sotto il peso della neve, si siano rotti o spezzati e ingombrino o minaccino il pubblico passaggio, i medesimi soggetti di cui al precedente capoverso debbono provvedere a tagliare i rami o l’intero albero.

IL PIANO DI INTERVENTO

Intanto, l'Assessorato alla Protezione Civile e magazzino comunale hanno allertato già le 14 ditte, ingaggiate per la pulizia delle strade comunali per il periodo dal 15 novembre 2017 al 15 aprile 2018, alle quali sono state affidate altrettante aree di intervento. Le ditte, con i loro mezzi, saranno  pronte ad intervenire nel giro di 30 minuti. Saranno prioritariamente oggetto di intervento i punti sensibili quali le direttrici di accesso ai quattro ospedali cittadini (Salesi, Torrette, Inrca e Villa Igea), la Prefettura, la Questura e le grandi arterie di comunicazione. Mentre  l'assessore alla Protezione Civile e Viabilità, Stefano Foresi, assieme agli uffici competenti è in continuo contatto con la Protezione Civile regionale per aggiornamenti costanti sulle previsioni meteorologiche, sono stati predisposti continui sopralluoghi di monitoraggio del territorio, sia durante il giorno che durante la notte, quando una pattuglia della Polizia Municipale insieme ad un tecnico vigilerà sullo stato delle strade, in particolare sulle condizioni di percorribilità dell'Asse Nord Sud e del by pass della Palombella. Il pattugliamento, che di giorno è attuato dai tecnici comunali, ha preso avvio già questa notte e proseguirà ininterrottamente con turni, fino al 28 febbraio. Proseguiranno le riunioni operative dei tecnici comunali e dei responsabili dei servizi sia nella giornata di domani che in quella di domenica per fare il punto sulla situazione monitorata. Infine, è stato nuovamente rinviato per pioggia prevista per domenica 25 febbraio, a data da destinarsi, El Carnevalò, già annullato domenica scorsa a causa di pioggia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza neve e ghiaccio, ecco l'ordinanza del Comune: sabato riunione del Coc

AnconaToday è in caricamento