Maltempo: rami, lampioni e antenne abbattuti, disagi sulle strade e ritardi ai treni

Numerosi i danni dell'ondata di maltempo: rami caduti sulle strade e sulle auto, antenne abbattute, persino un'autocisterna di Gpl, ribaltatasi in autostrada. Treni a singhiozzo fra Ancona e Rimini, ritardi fino a 80 minuti

Foto: Luca Ubertini

Rami caduti sulle strade e sulle auto, antenne abbattute, persino una cisterna di Gpl, ribaltatasi in autostrada: sono numerosissime le richieste di intervento inoltrate dai cittadini a Vigili del Fuoco e Polizia Municipale per i danni causati dall’ondata di maltempo che si è abbattuta sulle Marche, con pioggia e raffiche di vento anche superiori ai 100 km orari. La Protezione civile regionale ha dichiarato lo stato di allerta fino alle 12 di martedì.

dogana vento-3I DANNI. Come si è detto, i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale hanno moltiplicato gli interventi per liberare le strade dai rami caduti, e sono state segnalate anche diverse auto danneggiate. Quattro squadre del Comune, composte da addetti al Magazzino e dell'Ufficio Verde sono al lavoro da questa mattina, affiancati da operai di ditte esterne, per porre riparo ai danni provocati dal maltempo, in particolare dalle raffiche di vento.
I danni hanno riguardato principalmente la rimozione di alberi o grossi rami spezzati e il transennamento di edifici con elementi pericolanti, su segnalazione dei Vigili del Fuoco.  Le squadre hanno effettuato circa cinquanta interventi nel territorio comunale,  dal Poggio, dove era stata divelta una pensilina, a via della Ferrovia dove è presente una quercia pericolante, ad Angeli di Varano dove alberi caduti hanno invaso la strada,  fino a Barcaglione, Casine di Paterno e altre zone a nord di Ancona.  

Muse-3Particolarmente colpita la zona del Passetto esposta ai venti dove è intervenuta anche Ancona Ambiente per mettere in sicurezza alcuni pali dell'illuminazione prospicienti la sede stradale; Via Santa Margherita e il Guasco dove i cassonetti dell'immondizia si sono capovolti e il loro contenuto si è sparso in poco tempo  in vicoli e piazze.  Entro la serata- ha riferito l'assessore Foresi, presente all'incontro con il dirigente d'Area del Comune, Ing.Lucchetti, il Comandante della  Polizia Municipale Fioranelli e i funzionari della Protezione civile- le strade invase da alberi e rami saranno transitabili e ripristinata l'illuminazione dopo l'intervento sulla linea di via Totti danneggiata dal maltempo.
Interventi anche su alcuni edifici, inclusa la scuola Tommaseo, per evitare la caduta di coppi, cornicioni e grondaie.

LEGGI ANCHE: IL COMUNE ATTIVA IL C.O.C.

VIA TORRESI. In via Torresi un albero è precipitato sulla linea aerea del bus, bloccando la circolazione e rendendo necessario l'intervento dei vigili del fuoco (per l'immagine si ringrazia Luca Ubertini).

Nemmeno la Dogana e il Porto di Ancona sono stati risparmiati dal forte vento, che ha danneggiato la copertura di una pensilina sotto la quale passano i tir diretti all'imbarco. E' stato segnalato anche un lampione abbattuto in via Tahon De Revel. Fortunatamente, per il momento, non si registrano invece danni a persone.

A14. Un'autocisterna adibita al trasporto del Gpl si è ribaltata sull'A14 Bologna-Taranto, al km 196, circa alle 8 del mattino: l'incidente ha comportato la chiusura del tratto compreso tra Senigallia e Montemarciano in direzione Ancona, provocando code di circa 2 km. Intorno alle 10 il tratto interessato dall'incidente è stato riaperto.

TRENI. La linea Adriatica, fra Rimini e Ancona, è stata rallentata questa mattina a causa del maltempo. Il Gruppo Ferrovie dello Stato fa sapere che ''dalle 5:10 alle 8:40 fra Pesaro e Fano la circolazione si è svolta a senso unico alternato sul binario in direzione Bologna perché un treno regionale che percorreva l'altro binario è rimasto fermo a seguito di una mareggiata. Dalle 5:10 alle 6:50 la circolazione nell'ambito della stazione di Fano si è svolta a senso unico alternato. La linea di alimentazione elettrica dell'altro binario è stata danneggiata dalle forti raffiche di vento''. Di conseguenza 5 treni Frecciabianca hanno viaggiato ''con ritardi fra 60 e 90 minuti, 10 regionali con ritardi fra 60 e 150 minuti. Otto treni regionali sono stati cancellati''.

LE IMMAGINI DEI LETTORI: I DANNI IN CORSO GARIBALDI

LE IMMAGINI DEI LETTORI: I DANNI AL VIALE DELLA VITTORIA

FIUMI. La “Tempesta di San Martino” ha causato anche criticità sulla situazione dei fiumi marchigiani. L'esondazione dell'Esino, ha causato la chiusura  provvisoria della strada statale 76 “della Val d’Esino” (direttrice Perugia-Ancona).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento