Cronaca Porto

Maltempo e danni: sfiorato il disastro al porto

Una raffica di vento ha fatto vela su un traghetto di 225 metri spingendolo contro un peschereccio vicino. Vento forte e maltempo su tutta la regione causano altri danni

Sfiorato il disastro nel porto di Ancona, colpevole l’improvvisa ondata di maltempo. Una raffica di vento di circa 50 nodi, facendo ''vela'' sulla mole del traghetto greco Cruise Olympia, della compagnia Minoan Lines, lungo 225 metri, ne ha causato lo spostamento incontrollato: il gigante del mare ha stroncato una dopo l'altra sei grandi cime con le quali la nave era ormeggiata in banchina.

Il traghetto ha rischiato quindi di investire la nave da ricerca Odin Finder, attraccata a fianco: per fortuna nessuno è rimasto ferito, anche se sono stati riportati danni allo scafo dell’Olympia e alla banchina. Lungo la costa di Ancona i venti hanno soffiato a una velocità vicina agli 80 km orari, con un picco regionale di 100 km rilevato sul Monte Prata, in Appennino.

I temporali invece hanno interessato soprattutto la zona a sud di Ancona, in particolare a Castelfidardo e Fabriano dove sono caduti 26 mm di pioggia. In mattinata il vento forte aveva abbattuto un enorme ramo d'albero lungo la via di Brecce Bianche, nei pressi dell'Università Politecnica delle Marche.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e danni: sfiorato il disastro al porto

AnconaToday è in caricamento